Tournedos lardellati con champignon al vino rosso

Ecco un piatto perfetto per due, un secondo pensato per una tavola a lume di candela.

Si tratta di un taglio di carne piuttosto pregiato, il cuore del filetto, che viene tagliato a fette rotonde.

Semplice ma al contempo raffinato, è una chicca culinaria fatta per deliziare il palato e per avere l’occasione di stappare una buona etichetta di vino.

Si realizza in poche mosse lasciandovi il tempo di apparecchiare con cura, scegliere i dettagli, perdervi in aneddoti sulla ricetta più celebre “alla Rossini” e sull’etimologia incerta del termine francese “tournez” e “dos” che vuol dire letteralmente fondo schiena.

Suggerisco in abbinamento un Aglianico del Vulture, vino rosso dall’incipit gustativo morbido ma che rivela subito corpo, fitta trama tannica, buona freschezza e succosa persistenza.

Valeria invece suggerisce di gustare questo piatto con un bicchiere di Ceylon Uva, tè nero dello Sri Lanka morbido, ma pungente, dal carattere leggermente mentolato, esoticamente aromatico.

Alba

tournedos

Continua a leggere Tournedos lardellati con champignon al vino rosso

“Declinazioni di un Amaretto” … un dolce per il compleanno di Alba

Alba è la mia socia (così piace chiamarci quando siamo gasate e attive) in questo progetto che va avanti ormai da più di un anno; la mia socia alcoolica come la chiamo io e la mia socia rustichella, come si definisce lei, a causa della sua passione (da me in fondo condivisa) per una cucina rustica e sanguigna.

Oggi è il suo compleanno (ma alle signore non si chiede l’età…diciamo che ha 17 anni e non li sente! 🙂 ) ed ho creato questo dolce che le dedico con tutto il cuore!

“Declinazioni di un Amaretto” si snoda sul filo rosso del gusto particolarissimo della mandorla, in una costruzione forse non troppo elegante e ardita per la pasticceria moderna, ma che di sicuro riesce a fondere in sé stessa diverse consistente per una esperienza sensoriale appagante.

L’uso di formine, meglio se in silicone, mi ha aiutato molto nella riuscita tecnica dei vari pezzi, ma con un po’ di fantasia potrete trovare altri metodi per costruire la vostra Declinazione.

Abbinate questo dessert a una tazza di Grand Yunnan per esaltare ancora di più le note decise della mandorla ed accompagnare piacevolmente quelle della frutta.

Alba suggerisce in abbinamento un calice di Moscato d’Asti, vino bianco dolce, fresco e di intensa aromaticità.

Valeria

DSCN5284

Continua a leggere “Declinazioni di un Amaretto” … un dolce per il compleanno di Alba

Sandwich al cetriolo

La tartina o il tramezzino al cetriolo, servito in forma triangolare, rettangolare o circolare, è un must del rito del tè inglese: se non siete pratici di eleganti sala da tè, sicuramente non vi sarà sfuggito il piattino di piccoli panini bianchi posizionati strategicamente sul tavolino mentre La Signora in Giallo parla o di cui si lamenta l’assenza ne L’Importanza di chiamarsi Ernesto.
Di una semplicità disarmante, il più delle volte si riduce a del pane bianco imburrato con qualche fettina di cetriolo.
La fantasia però è una delle più grandi armi a servizio dell’Universo e il semplice tramezzino si può trasformare in qualcosa di nuovo usando pane diverso, condimenti e spezie particolari o anche soltanto cambiando forma.
Così, mentre pensavo ad un tea party per un bridal shower, è nato questo sandwich a forma di calla: l’impatto evocativo e il gusto vi stupiranno.

Per l’abbinamento ho voluto osare scegliendo un tè di Ceylon proveniente da Uva, la più remota provincia dello Sri Lanka. Il suo sapore aromatico, ma morbido contrasta la dolcezza del formaggio e del cetriolo donando un connubio insolito.

Alba suggerisce in abbinamento un Ischia Biancolella, vino fresco, delicatamente morbido e dalla raffinata spinta di salinità minerale.

Valeria

DSCN5077

Continua a leggere Sandwich al cetriolo