Crostata di rape bianche

In casa mia mi sa meglio una rapa,
ch’io cuoca, e cotta s’uno stecco inforco
e mondo e spargo poi di aceto, e sapa,
che all’altrui mensa tordo, starna o porco.
Ludovico Ariosto, Satire, III

Così l’Ariosto scriveva nell’intendere che preferiva un mangiare povero, ma suo, che tutta la carne sulle tavole altrui. E la rapa è stata per secoli il simbolo del cibo povero prima che venisse soppiantata in questa veste dalle patate.

Per oggi non vi proporrò di farla allo spiedo (anche se adoro le barbabietole cotte e condite con un goccio di aceto balsamico di Modena), ma una crostata salata semplicissima e dal gusto sorprendente.

Una torta simile viene fatta nell’entroterra del Savonese, lassù al confine tra l’Imperiese e il Cuneese, dove vivono le capre e le rape crescono saporite e infatti se voleste un sapore più deciso vi consiglio di sostituire il Grana Padano con un buon pecorino, in parte o totalmente.

Abbinate a questa crostata una tazza di Keemun, tè rosso cinese dalle note leggermente legnose e floreali che si abbina perfettamente alla sapidità del formaggio e alla dolcezza della rapa cotta.

Alba propone in abbinamento un Colli Orientali del Friuli Sauvignon, vino bianco dalsorso carezzevole, fresco e minerale.

Valeria

Continua a leggere Crostata di rape bianche

Torta con ricotta di pecora ed erbette

Nell’arco immaginario che va dalla Liguria all’Emilia-Romagna non è affatto difficile trovare ricette di torte salate di verdure, ovviamente ogni città, che dico, ogni paesino ha la sua versione “più buona delle altre”.

Le verdure utilizzate sono quelle di stagione, ma di solito vi si trovano usate le bietole o gli spinaci, arricchite da altri ingredienti per renderle appetitose e nutrienti.

In questo caso le erbette sono delle bietole (non da costa) assieme al prezzemolo e alla maggiorana, mentre il gusto ricco della ricotta di pecora e le uova formano una farcia morbida e saporita. Il tutto rinchiuso in un guscio croccante di sfoglia all’olio.

Ottima sia tiepida che fredda, provatela con un bicchiere di Matcha Genmaicha che al gusto tipico del tè verde unisce quello del riso tostato.

Alba propone in abbinamento un Lacryma Christi bianco, vino dal sorso fresco e asciutto con una decisa chiosa sapida.

Valeria

DSCN4754

Continua a leggere Torta con ricotta di pecora ed erbette