Baccalà coi peperoni cruschi

I peperoni cruschi rappresentano uno dei prodotti tipici piu’ noti della cucina lucana. Sono peperoni dolci rossi che vengono raccolti e lasciati appassire al sole dopo essere stati infilati a collana (la cosiddetta ‘nzerta) con un filo di cotone spesso che li unisce dal picciolo. Trovano una zona di produzione pregiata a Senise, in provincia di Potenza.

Versatili per diverse preparazioni, macinati e impiegati nell’impasto di formaggi e salumi, usati anche per condire la pasta coi broccoli o con la mollica di pane, conferiscono ai piatti un retrogusto amarognolo molto particolare.

Io li ho scoperti solo da qualche mese grazie a Rossella, una mia amica di Venosa, autrice, tra l’altro, di alcune foto del sito.

E’ proprio lei ad avermi proposto questa meravigliosa ricetta in una cena davvero ben riuscita e apprezzata che ha approntato lei in maniera impeccabile.

Un’ultima considerazione: il bellissimo contrasto tra il rosso acceso dei cruschi e il bianco del baccalà crea un effetto cromatico molto invitante.

E’ una ricetta saporita e sostenuta dalla persistenza aromatica dei peperoni essiccati. Ho pensato a un vino rosso calabrese dal tannino levigato, privo di asperita’, un Savuto. Sapido, ne esalta i profumi e contrasta l’untuosita’ del piatto.

Valeria invece suggerisce in abbinamento un delicato te’ dello Sri Lanka, un Watawala Bio Verde che si sposa con la particolarità del peperone crusco e la tendenza dolce della carne del baccalà.

Alba

Baccalà coi peperoni cruschi - foto di Walter Romano
Baccalà coi peperoni cruschi – foto di Walter Romano

Continua a leggere Baccalà coi peperoni cruschi