Crostata di rape bianche

In casa mia mi sa meglio una rapa,
ch’io cuoca, e cotta s’uno stecco inforco
e mondo e spargo poi di aceto, e sapa,
che all’altrui mensa tordo, starna o porco.
Ludovico Ariosto, Satire, III

Così l’Ariosto scriveva nell’intendere che preferiva un mangiare povero, ma suo, che tutta la carne sulle tavole altrui. E la rapa è stata per secoli il simbolo del cibo povero prima che venisse soppiantata in questa veste dalle patate.

Per oggi non vi proporrò di farla allo spiedo (anche se adoro le barbabietole cotte e condite con un goccio di aceto balsamico di Modena), ma una crostata salata semplicissima e dal gusto sorprendente.

Una torta simile viene fatta nell’entroterra del Savonese, lassù al confine tra l’Imperiese e il Cuneese, dove vivono le capre e le rape crescono saporite e infatti se voleste un sapore più deciso vi consiglio di sostituire il Grana Padano con un buon pecorino, in parte o totalmente.

Abbinate a questa crostata una tazza di Keemun, tè rosso cinese dalle note leggermente legnose e floreali che si abbina perfettamente alla sapidità del formaggio e alla dolcezza della rapa cotta.

Alba propone in abbinamento un Colli Orientali del Friuli Sauvignon, vino bianco dalsorso carezzevole, fresco e minerale.

Valeria

Continua a leggere Crostata di rape bianche

Vellutata di rape e patate con pesto di sedano e noci

Nell’approntare il menu per Halloween si è pensato di includere la rapa bianca.

Fin qui tutto normale se non fosse che ho scoperto essere diffusa soprattutto nel Nord Italia.

Allora si è aperta la caccia, ho setacciato mercati e supermercati in zona ma niente.

Poi l’illuminazione: mi sono ricordata di aver visto in un piccolo alimentari indiano al Quadraro vecchio ortaggi e frutta di ogni genere dalla manioca alla papaya.

E infatti le rape erano proprio là che mi aspettavano coi ciuffetti verdi nella loro bella cassetta!

Il piatto è nato quasi per caso, un guizzo favorito dall’idea di adoperare il sedano e i gherigli di noci per improvvisare un pesto. Penso sia un peccato ricordarsi delle noci solo per le feste natalizie visto che, oltre ad essere buonissime, contengono una miniera di acidi grassi essenziali e preziosi minerali come rame e zinco.

Il risultato finale è stato al di sopra delle mie aspettative. Addirittura ad un certo punto ho temuto che non arrivasse fino a cena perché la mia amica Rossella, estasiata, continuava ad assaggiarne cucchiaiate e a ripetermi “Mmmmmm sicuramente da ripetere, da riproporre!”

Ho pensato di accompagnare questa deliziosa vellutata con un Colli Orientali del Friuli Sauvignon, vino bianco sapido e fresco che nella tipicità varietale include sentori di sedano ed erbe aromatiche.

Valeria invece ci propone un Kekecha, tè dal leggero gusto amarognolo che evoca una nota di noce fresca.

 Alba

Vellutata di rape bianche e patate con pesto di sedano e noci - foto di Walter Romano
Vellutata di rape bianche e patate con pesto di sedano e noci – foto di Walter Romano

Continua a leggere Vellutata di rape e patate con pesto di sedano e noci