Farro saltato con broccoli, noci e curcuma

Per la realizzazione di questo piatto semplicissimo mi sono ispirata a una ricetta del sito http://www.lacucinaverde.it: ricorda il riso fritto della cucina asiatica (gli ingredienti vengono cotti separatamente e poi saltati) e utilizza pochi ingredienti, ma di qualità.

La curcuma è una spezia molto apprezzata per le sue proprietà sia curative che coloranti: il succo, infatti, era usato per donare il giallo brillante alle vesti.

Per rimanere in India il mio consiglio è di abbinare questo piatto a una tazza di Nilgiri, tè nero dal gusto occidentale e leggero.

Alba suggerisce in abbinamento un Colli Martani Grechetto, vino bianco fresco accompagnato da piacevole sapidità e discreta morbidezza.

Valeria

wp-1481112943073.jpeg

Continua a leggere Farro saltato con broccoli, noci e curcuma

Polpettine all’agro

In questo clima di “risveglio e senso di colpa” che moltissimi avranno dopo gli eccessi festivi, le ricerche su internet si sono impennate su piatti salutari, diete disintossicanti e magari estreme che (ditemi se sbaglio) vi stanno facendo patire la fame, innervosire e scoraggiare: beh, mi sembra logico!
Si è passati da assumere le calorie per una squadra di calcio accompagnate dal movimento pari al sollevamento della forchetta o dello scartare dei torroncini, all’annusare qualche caloria e a spaccarsi di lavoro e palestra. Ovviamente il vostro corpo ha subito un piccolo shock.

La soluzione è ritornare alla normalità gradualmente: aumentando il consumo di verdure e di frutta, diminuendo i dolci e facendo una moderata attività fisica…insomma una vita un po’ più sana.

(P.s.: Non sono né una dietologa, né una dietista e non vi conosco uno per uno quindi se volete veramente iniziare a preoccuparvi della prova costume senza finire a fare la fame dopo Pasqua, il mio consiglio è di farvi prescrivere una bella visita da un nutrizionista e pianificare con lui una dieta a lungo termine che tenga conto di Carnevale e Pasqua, della vostra struttura fisica e del moto che realmente fate: il tutto condito con una buona dose di volontà! 😉 )

Queste polpettine sono oleose e condite, ma se consumate con moderazione e affiancate da un bel piatto di verdure o funghi, sono una gustosissima idea.

Provate ad abbinarle ad una tazza di Nilgiri, tè nero indiano che ben si sposa con il gusto leggermente “limonoso” della preparazione.

Alba propone in abbinamento un Barbera d’Alba, vino rosso caldo, sorretto da una sinergia fresco-sapida tesa e tannini fitti e fini. Piacevoli ritorni aromatici.

Valeria

DSCN5332

Continua a leggere Polpettine all’agro

Couscous saltato con cocco e cavolfiore

Un couscous caldo e speziato per salutare l’Autunno che ormai se ne va via troppo in fretta e prepararsi al freddo che è arrivato decisamente in anticipo: non so da voi, ma qui in Emilia io batto i denti (ok, sono ligure e non sono abituata, ma 5°C alle 11.30 del mattino non vanno bene!).

Ammetto che l’utilizzo del couscous precotto (per intenderci quello che si trova nei supermercati in scatole rettangolari e a cui basta aggiungere acqua per farlo rinvenire) non è né tradizionale né ortodosso, ma in commercio esistono prodotti molto buoni, fatti con farine di qualità, magari integrali e BIO.

E’ un piatto destinato a non portare via più di 30-40 minuti di preparazione e per questo scopo ho utilizzato le lenticchie decorticate che non hanno bisogno di ammollo, né di lunghe cotture e lasciato le cime di cavolfiore semicroccanti per aumentare il piacere sensoriale.

Infine le spezie fanno assomigliare questo piatto all’Upma indiano, una specie di porridge salato di semolino utilizzato per colazione in India.

Abbinate a questo piatto una bella tazza di Nilgiri, tè nero indiano dal gusto neutro che ben si sposa con la sottile nota del limone e delle spezie.

Alba propone in abbinamento un Soave Classico, vino bianco morbido ma ben equilibrato in freschezza e mineralità. Finale ammandorlato.

Valeria

DSCN5257

Continua a leggere Couscous saltato con cocco e cavolfiore

Chayote al formaggio

Il chayote o zucca spinosa appartiene alla stessa famiglia delle zucche e dei meloni ed è originario del Sud America, ma ormai è diffuso in tutto il mondo: si trovano infatti interessanti ricette anche in Asia e, ovviamente, in Europa.

A casa mia è uno dei piatti più sdoganati di mia madre: non pensate a chissà che preparazione o succulenza come può essere una pasta al forno, ma a noi piace tantissimo.

chayote

E’ un ottimo contorno oppure si può usare come secondo leggero, ed è DOLCE.
Dolciastro più che altro, ma è proprio questa sua caratteristica a renderlo irresistibile: il chayote cotto prende una scioglievolezza intensa supportata dallo strato di formaggio e si trasforma in una coccola.

Noi usiamo una varietà verdastra e con poche spine, ma in commercio ne troverete di tutti i colori dal verde al giallo. Un consiglio pratico nel maneggiarli è di usare dei guanti da cucina se non si è molto esperti: si eviteranno contatti indesiderati con le spine.

Ho deciso di abbinare a questo piatto una tazza di Organic Korakundah Estate Nilgiri FOP, un tè semplice e delicato per esaltare al meglio la dolcezza del chayote.

Alba propone un Alto Adige Müller Thurgau, vino bianco dal sorso fresco, sapido, di misurata struttura e piacevole persistenza aromatica.

Valeria

chayote al formaggio Continua a leggere Chayote al formaggio

Panino imbottito con cotoletta e mozzarella

Il panino imbottito con cotoletta e mozzarella (e altre cose buone), nasce per dare a mio padre un pranzo al sacco sostanzioso, gustoso e appagante.

Mangiato con accanto un frutto è un pasto a tutti gli effetti, ma “condensato” in una forma pratica. Come ogni panino, dalla notte dei tempi, può essere declinato in una miriade di forme e vite diverse, di cui questa è solo un esempio.

Volendo si può addirittura preparare la cotoletta in anticipo (anche la sera prima per cena o altro) e infilarla nel panino al momento della preparazione.

Consiglio di preparare un Organic Korakundah Estate Nilgiri FOP freddo e portarselo dietro in un thermos per refrigerarsi dopo aver assaporato cotanta sostanza.

Alba consiglia in abbinamento un Falerno del Massico Bianco, vino di ottima bevibilità, morbidezza ed equilibrio sostenuto da una piacevole carica acido-sapida.

Valeria

pranzo papà Continua a leggere Panino imbottito con cotoletta e mozzarella