Cupcake “Panna e Nutella”

DSCN5146Le cose semplici sono le migliori! Mi rendo conto che è una affermazione pericolosa da fare in un sito di cucina, ma è così; me ne sono accorta riempiendo di muffin e cupcake i miei amici e amiche (nome in codice CAVIE): le ricette più ricercate e sofisticate, certo venivano finite come al solito in un lampo, ma non vedevo l’entusiasmo nei loro occhi, quando un giorno, presa dalla pigrizia e dal poco tempo ho forgiato questi cupcake…il risultato è stato estatico: hanno anche trovato il tempo di elogiarli tra un gridolino di piacere e l’altro. 🙂

In questo caso “Nutella” è un modo per indicare una crema spalmabile alla nocciola e cacao, potete quindi decidere di comprarla della marca che più vi piace o provare a farla con una delle nostre ricette.

Abbinate a questi lussuriosi cupcake una tazza di Mount Huang, blend di tè verdi dove le leggere note di gelsomino si fondono con quelle del latte.

Alba suggerisce in abbinamento un A.A.moscato rosa, vino dolce che avvolge il palato morbidamente, percorso da piacevoli refoli varietali e di rosa canina.

Valeria

DSCN5144

Continua a leggere Cupcake “Panna e Nutella”

Quadrotti di millefoglie alla crema di nocciole

Martedì scorso abbiamo visto insieme a Valeria quanto sia lungo e difficile cimentarsi nella preparazione della pasta sfoglia classica.

Tuttavia, una volta imparata l’arte e rispettate le regole di piega, impasto e riposo degli strati, vi accorgerete che ne vale l’impresa perché la sfoglia si scioglierà in bocca come una nuvola leggera e impalpabile di delicato burro.

Per valorizzare la regina delle paste ho optato per un classico della pasticceria: una millefoglie.

Ho farcito le sfoglie con una goduriosa crema che fonde in un abbraccio le nocciole e il cioccolato.

Per darle un aria “pret a manger” l’ho porzionata tagliandola a cubotti che potrete servire su eleganti piattini da dolce in porcellana. Farete un figurone 😉

Suggerisco in abbinamento un vino in grado di sostenere l’avvolgente burrosità della sfoglia e l’aromaticità della crema. Vi propongo un Muffato di Orvieto, un nettare dolce, dai richiami caramellati, vellutato, fresco, di ottima persistenza gusto-olfattiva.

Valeria invece suggerisce un bicchiere di Mount Huang, blend dal gusto naturalmente dolce, ma con una nota fresca e floreale per contrastare la dolcezza del piatto.

Alba

sfoglia alla nocciola

Continua a leggere Quadrotti di millefoglie alla crema di nocciole

Crepes al gianduia con barbabietola rossa caramellata

Cioccolato e fragole è un binomio di gusto e suggestioni amato non solo a tavola ma anche in letteratura e al cinema. Insomma una coppia vincente.

Tuttavia siamo a febbraio e non è certo tempo di andare per fragole. Del resto, ormai lo sapete, Passioni da Bere, ha un occhio attento alla stagionalità degli ingredienti.

Dunque che mi invento per sostituire il rosso e la freschezza di questi frutti?

Mi sono guardata attorno e voilà ecco la risposta: le barbabietole rosse!

Versatili, si sposano bene con ricette sia dolci che salate, hanno un sapore dolciastro e devono il tipico colore rosso porpora alla betaina, un pigmento solubile in ogni liquido.

Ed è proprio questa caratteristica a regalare quel bel colore al bortsch, la zuppa rossa più celebre al mondo, ma su questa ricetta torneremo un’altra volta.

Ora lasciatevi scivolare addosso il maltempo e le giornate uggiose e deliziatevi con questa golosità irresistibile.

Provate questa ricca crepes con un calice di Aleatico di Gradoli, vino rosso dolce e vellutato supportato da una buona freschezza, fruttato nel finale.

Valeria invece suggerisce di assaporare queste crepes con un Mount Huang, blend dal carattere dolce e profumato.

Alba

Crepes al gianduia con barbabietola rossa caramellata
Crepes al gianduia con barbabietola rossa caramellata

Ingredienti per le crepes Continua a leggere Crepes al gianduia con barbabietola rossa caramellata

Mozzarella di bufala in carrozza con sformatini di pomodoro e basilico

Pane, pomodoro, mozzarella e basilico: benvenuti al sud.

La mozzarella di bufala in carrozza è una deliziosa frittura che appartiene alla tradizione gastronomica campana, una ghiottoneria.

È praticamente impossibile resistere a questi fagottini caldissimi in cui la mozzarella filante si adagia sul una fetta di pane fritto intinto nell’uovo.

Solitamente viene servita come antipasto ma ho scelto di darle l’importanza che merita e l’ho elevata a portata principale accompagnandola con uno sformatino fresco e profumato di pomodori e basilico.

Gli sformatini sono buonissimi anche freddi, quindi possono essere preparati con largo anticipo.

Per la mozzarella in carrozza ho usato il pancarré ma potreste adoperare anche delle fettine di pane casareccio avendo però l’accortezza di lasciarlo a bagno nel composto di uova per qualche istante in più.

Accompagnate il tutto con le bollicine di un Franciacorta Brut, spumante dall’assaggio accattivante, piacevolmente fresco, vellutato e persistente.

Valeria invece rompe gli schemi e propone un tè dolce da bere freddo, il Mount Huang, le cui leggere note di gelsomino si sposano bene con la mozzarella e le verdure.

Alba

Mozzarella di bufala in carrozza con sformatini di pomodoro e basilico - Foto di Walter Romano
Mozzarella di bufala in carrozza con sformatini di pomodoro e basilico – Foto di Walter Romano

Continua a leggere Mozzarella di bufala in carrozza con sformatini di pomodoro e basilico