Pops al salmone e caprino con zenzero e avocado

Un antipasto freddo e un cocktail d’antan per innamorarsi ai primi assaggi.
Questa è la mia proposta ispirata a due incantevoli pellicole cinematografiche assai diverse e ben distanti temporalmente di quasi sessant’anni.
La prima è Casablanca, un’autentica pietra miliare consegnata alla leggenda del cinema di tutti i tempi. Un film che travolge e porta lontano.
Sono numerose le scene memorabili in cui il tenebroso Rick, interpretato da Humphrey Bogart, e Ilssa, una bellissima Ingrid Bergman in stato di grazia, si scambiano sguardi languidi con una coppa di champagne in mano.
Del resto la bottiglia di Veuve Clicquot 1926 divenne celebre proprio grazie a queste inquadrature.
E allora come potevo non includere un flute di Cocktail Champagne in questo menù ad alto tasso di romanticismo? Basterà l’effervescenza delle bollicine per sentire la testa leggera e per riscoprirsi amanti proprio come Rick e Ilssa già in un solo sorso.
Il Cocktail Champagne ha un profilo elegante ed essenziale ed accompagna molto bene gli aperitivi.
Pare sia comparso nel 1889 quando in una competizione tra giornalisti newyorkesi un certo John Dougherty vinse ideando proprio questa miscela così raffinata.
Tuttavia anche i francesi ne rivendicano l’origine collocandola nei primi anni 30 e nell’abitudine al consumo di champagne anche addizionato con cognac, che del resto è un celebre distillato francese.

Ma cambiamo set e passiamo al secondo film.
Si tratta di Pane e Tulipani di Silvio Soldini, un film lontano dai canoni della commedia all’italiana, forse un film dal gusto francese.
Licia Maglietta interpreta Rosalba, una casalinga che durante una tristissima gita tra compaesani, si ritrova in fuga dal suo ruolo di moglie e madre e dal suo sistema di abitudini.
Lo scenario della fuga è una Venezia poco turistica, mentre la sua attenzione amorosa ed amorevole è tutta rivolta al misterioso cameriere Fernando interpretato da Bruno Ganz, che le offrirà ospitalità a casa sua, una ricca colazione e una lettera gentile.
Dopo un primo smarrimento, Rosalba offrirà a se stessa una chance per scoprirsi capace di essere qualcos’altro, di mostrare dei talenti, di sentire la tenerezza dell’amicizia, di lavorare fuori dall’ambito domestico.
Fernando e Rosalba si incontrano per la prima volta proprio nel ristorante dove lui le spiegherà, col suo italiano aulico, di trovarsi “nella spiacevole situazione di poterle offrire solo piatti freddi”.
Così ho pensato che per ricreare la magia del primo incontro sarebbe stato opportuno un antipasto freddo, servito in modo gioioso e colorato che lasci un buon sapore e che sorprenda un po’ proprio come il tratto di trasognata svagatezza che rapisce per tutta la durata della scena.

Anche Valeria suggerisce di abbinare a questo stuzzichino un flute di chamapagne, ma ravvivato dalla verde nota del Matcha, in un cocktail diverso e fusion.

Alba

wp-1486852432044.jpeg

Continua a leggere Pops al salmone e caprino con zenzero e avocado

Torta rovesciata alla carota con le mele

ed eccoci arrivati al

3° Compleanno di Passioni da Bere

Una data piena di significato con l’inizio della Primavera e quest’anno anche con il coincidere della Domenica delle Palme.

Questo anno ha visto il concentrarsi dei nostri sforzi sui social network e nel portare avanti i nostri studi del settore per regalarvi ogni settimana ricette migliori e variegate: speriamo di esserci riuscite! 😉

La torta che vogliamo proporvi oggi non è elegante nel senso visivo del termine, ma è deliziosamente complessa con la sua parte inferiore che ricorda una torta di carote, mentre la parte superiore una tarte Tatin. L’uso di zuccheri diversi dona al dolce particolari sfumature aromatiche, esaltate dall’utilizzo delle spezie e dall’acidità delle mele. Ottima anche per gli intolleranti al lattosio e per gli amanti della farina di riso, usata come base insieme alle carote: un mix divertente.

Valeria per celebrare questa entrata trionfale nella Primavera suggerisce di abbinare questa torta a una tazza di Dragon Pearl, pregiato tè verde profumato al gelsomino: una festa dei sensi.

Per questa torta così piacevolmente aromatica, Alba suggerisce in abbinamento una Malvasia delle Lipari Passito, vino dolce e avvolgente, di solida struttura, sostenuto da un ottima scia sapida e da una risoluta freschezza.

Valeria e Alba

DSCN5840

Continua a leggere Torta rovesciata alla carota con le mele

Colazione tutta vegana per San Valentino: Muffin alla frutta e Pudding di semi di chia al pompelmo rosa e muesli

La domenica mattina è fatta per indugiare sotto le coperte e condividere il tepore delle lenzuola stropicciate con la persona amata.

Finalmente liberi dal dovere della sveglia potete concedervi il lusso di sistemate i cuscini alla testiera del letto per gustare in tutta calma la dolce colazione che chiude il menù vegano pensato quest’ anno in occasione di San Valentino.

Le coccole qui prendono la forma di un muffin fruttato e di un cremoso pudding che aspetta l’affondo del cucchiaino.

Per il pudding ho usato i semi di chia, dei semini piccoli e scuri, ricchissimi di Omega3, ricavati da una pianta diffusa in Centro e Sud America e ammessi solo di recente nel mercato europeo.

Diamo quindi tanto spazio alla frutta, ai profumi intensi degli agrumi e alla fragranza dei muffin dal cuore di mela per attivare una bella sferzata di vitalità che vi accompagnerà per tutto questo magico giorno di festa.

Oltretutto si tratta di una colazione che permette di preparare le due ricette anche il giorno prima in modo che al mattino non resta che affettare la frutta per una fresca macedonia e preparare una bella tazza di tè fumante Darjeeling.

Alba

SONY DSC

Continua a leggere Colazione tutta vegana per San Valentino: Muffin alla frutta e Pudding di semi di chia al pompelmo rosa e muesli

Bocconcini di pollo al curry con riso pilaf

La pianta del curry cresce in Sri Lanka ed è impiegata per profumare diversi piatti. Tuttavia quella che viene usata nelle cucine di tutto il mondo, non è una singola spezia ma una sapiente miscela di coriandolo e cumino, curcuma e peperoncino, zenzero e pepe…
Polverine che sfumano dal giallo al rosso, a volte delicate per accompagnare verdure e riso, altre volte più forti per dare carattere alle carni. Altre ancora per un tocco raffinato ed aromatico a crostacei e pesci ma anche a frutta esotica come il mango o il cocco.
A questo trionfo di profumi ho voluto aggiungere qualche bacca di cardamomo nella cottura del riso pilaf. Il cardamomo ricorda lo zenzero, con le sue note fresche e pungenti.
Ho scelto il riso basmati dai chicchi affusolati che si sgranano facilmente e sono perfetti con le ricette speziate di ispirazione asiatica.
Suggerisco in abbinamento un COF Pinot grigio, vino bianco morbido, di buona freschezza e piacevole sapidità che ben si presta a piatti con note speziate e aromatiche.
Valeria, invece, propone una tazza tiepida di Darjeeling SF – FTGFOP1 – Makaibari (BIO), tè nero che racchiude la forza dell’estate indiana.
Alba
curry2

Continua a leggere Bocconcini di pollo al curry con riso pilaf

Quattro quarti alla Vaniglia con Macedonia per i nostri primi 100Like su Facebook!

Negli ultimi tempi Alba e io ci siamo scontrate con quel muro che è la mancanza di netiquette: navigando sul web abbiamo trovato immagini e scritti MOLTO simili ai nostri senza che Passioni da Bere fosse anche solo nominata! Ovviamente chi di dovere si fa desiderare non rispondendo nemmeno ai messaggi inviati.

100 Like FB PdBCosì nonostante le scarsissime finanze abbiamo deciso di iniziare la procedura per “professionalizzare” il sito (ed il nostro lavoro) il più possibile: nasce così l’idea di trasferire (mooolto lentamente) le amenità sulla pagina ufficiale creata appositamente sul social network più famoso al mondo: Facebook!

Tutto ciò iniziato pochissimi giorni fa e ABBIAMO GIA’ SUPERATO I 100 LIKE!

Per ringraziare i nostri followers e invitare altri a seguirli per oggi vi proponiamo un dolce semplice e delizioso, per rallegrarvi in questa giornata fredda e uggiosa: un “quattro/quarti” alla vaniglia decorato con una macedonia di mele e banane.

Abbinatelo ad una tazza di oolong Dong Ding che con le sue note floreali e vanigliate asseconda la morbidezza burrosa di questo dolce.

Alba suggerisce in abbinamento un Erbaluce di Caluso Passito, vino dolce sostenuto da una verve fresca e minerale.

Valeria

4-4 macedonia

Continua a leggere Quattro quarti alla Vaniglia con Macedonia per i nostri primi 100Like su Facebook!

“Declinazioni di un Amaretto” … un dolce per il compleanno di Alba

Alba è la mia socia (così piace chiamarci quando siamo gasate e attive) in questo progetto che va avanti ormai da più di un anno; la mia socia alcoolica come la chiamo io e la mia socia rustichella, come si definisce lei, a causa della sua passione (da me in fondo condivisa) per una cucina rustica e sanguigna.

Oggi è il suo compleanno (ma alle signore non si chiede l’età…diciamo che ha 17 anni e non li sente! 🙂 ) ed ho creato questo dolce che le dedico con tutto il cuore!

“Declinazioni di un Amaretto” si snoda sul filo rosso del gusto particolarissimo della mandorla, in una costruzione forse non troppo elegante e ardita per la pasticceria moderna, ma che di sicuro riesce a fondere in sé stessa diverse consistente per una esperienza sensoriale appagante.

L’uso di formine, meglio se in silicone, mi ha aiutato molto nella riuscita tecnica dei vari pezzi, ma con un po’ di fantasia potrete trovare altri metodi per costruire la vostra Declinazione.

Abbinate questo dessert a una tazza di Grand Yunnan per esaltare ancora di più le note decise della mandorla ed accompagnare piacevolmente quelle della frutta.

Alba suggerisce in abbinamento un calice di Moscato d’Asti, vino bianco dolce, fresco e di intensa aromaticità.

Valeria

DSCN5284

Continua a leggere “Declinazioni di un Amaretto” … un dolce per il compleanno di Alba