Pettini al Mandarino su letto di Riso Thailandese

Chiamati comunemente capesante, capasante o conchiglie Saint Jacques, i pettini sono molluschi dalla caratteristica e famosa conchiglia.

Se avete la fortuna di trovarli freschi, ponete particolare attenzione nella pulizia sia della conchiglia (stupenda come decorazione o come piattino per i vostri antipasti) che del mollusco in sé.

Il riso thailandese fa parte della famiglia dei risi dal chicco lungo e ha la particolarità di essere molto aromatico, tanto da ricordare l’aroma del gelsomino.

Infine il mandarino: gli ultimi mandarini primaverili coincidono con il periodo perfetto per i pettini, donando “storicamente” un connubio di gusto e freschezza.

L’equilibrio dei sapori di questo piatto è delicato e allo stesso tempo sfrontato, tanto che ho deciso di abbinarlo a un tè bianco: il Bai Mu Dan.

Alba suggerisce in abbinamento un Contessa Entellina Chardonnay, vino bianco dal sorso strutturato, freschezza viva e puntuale, finale sapido e agrumato.

Valeria

DSCN4973

Continua a leggere Pettini al Mandarino su letto di Riso Thailandese

Trancio di tonno al tè e agrumi

Il tè è un prodotto estremamente versatile e le sue foglie possono essere usate per aromatizzare e rendere unico un piatto.
Poi se il tè è “prezioso” come un Gyokuro, allora la voglia di sperimentare prende il sopravento.
Ho pensato quindi ad un antipasto, ma forse anche un secondo, che omaggiasse il paese d’origine di queste foglie: il Giappone.

Gli ingredienti della marinata sono facilmente reperibili nei negozi etnici, in quelli biologici e anche in quei supermercati ben riforniti.

E’ una pietanza armoniosa che si equilibra tra le sue varie parti.

Presentata, invece che a trancio, come una tagliata o come cubetti può diventare estremamente chic.
In una bella domenica di sole sarebbe perfetta accompagnata sul tavolo da una caraffa di fresca e colorata “limonata” (preparata con il succo degli agrumi utilizzati ed uno sciroppo leggero di acqua e zucchero), dei bicchierini (come quelli da limoncello: circa 20ml) di Shincha Wakana ghiacciato e calici di vino rosato servito alla temperatura di 12°C.

Lo Shincha Wakana è un tè verde della famiglia dei Gyokuro ed il suo liquore riesce ad unire il gusto tipico dei tè giapponesi con una dolcezza inusuale.

Alba invece ha pensato a un Cirò rosato, un vino che rispetta la delicatezza del tonno appena scottato e si sposa bene con la ricca aromaticità del condimento.

Valeria

salmone Continua a leggere Trancio di tonno al tè e agrumi