Pesto di fave e menta con pane al pecorino e maggiorana

L’accoppiata fave&pecorino, ma anche fave&salame è un must di questa stagione e non potevo esimermi dal presentarvi una declinazione speciale perfetta per un aperitivo pasquale in attesa del pranzo.

Il pesto di fave, in Liguria, è anche detto Marò probabilmente dal suo essere uno dei condimenti preferiti dai marinai e proprio al Marò mi sono ispirata per questa salsa in cui intingere un aromatico pane al formaggio.

La menta e la maggiorana sono facilmente coltivabili su un terrazzino, specie la menta che richiede solo un po’ di ombra e di acqua e ripaga con migliaia di foglie intensamente profumate.

Abbinate il tutto a un bicchiere di Darjeeling Silver Green servito freddo.

Alba consiglia in abbinamento un Frascati Superiore, vino bianco dai piacevolissimi ritorni aromatici, fresco, minerale, espressione della tipica sapidità territoriale.

Valeria

Continua a leggere Pesto di fave e menta con pane al pecorino e maggiorana

Ruota di quinoa al tè verde con zuppa di fave e funghi alla menta su carpaccio di barbabietola al cocco

Il 2016 sta per finire e la ruota dell’anno gira inesorabilmente verso il 2017 portando a termine, continuando e avviando tutto ciò in cui ci siamo impegnati: l’augurio di Passioni da Bere è che questi sforzi siano per voi fonte di felicità! 🙂

Così, pensando a un piatto che mi ricordasse questo continuo scorrere del tempo, ho immaginato una ruota (forse infuocata) che riunisse in sé moltissimi elementi e ne è uscita questa creazione vegana che racchiude diverse consistenze, diverse temperature e diversi sapori.

A mio avviso questa ricetta può essere tranquillamente vista come un antipasto se produrrete delle “piccole ruote” o un primo (forse anche un piatto unico) per chi decidesse di creare due grandi ruote.

Abbinate questa ruota di buon augurio con una tazza di Darjeeling First Flush che con le sue note vegetali ben si abbina alla complessità del piatto.

Valeria

dscn5353-01

Continua a leggere Ruota di quinoa al tè verde con zuppa di fave e funghi alla menta su carpaccio di barbabietola al cocco

Involtini di prosciutto crudo e asparagi su insalata di fave

La primavera oltre che il risveglio dei fiori e della frutta, dona anche delle bontà verdi difficilmente rintracciabili nel resto dell’anno: gli asparagi e le fave.

Complice il fatto che il mio padrone di casa mi ha regalato un bel mazzo di asparagi freschi, ho pensato di portare in tavola un piatto fresco e sfizioso.

L’asparagera è una pentola creata appositamente per la cottura degli asparagi, ma in fondo utilizzabile per tanti altri ingredienti: è stretta e alta, di solito corredata di cestello interno. La forma è l’ideale per cuocere gli asparagi lasciandoli in piedi, in modo da lessare la parte più dura e cuocere al vapore quella più tenera.

Ritorna qui l’accoppiata limone-semi di papavero che già vi avevo proposto negli scones e nulla vi vieta di accompagnare questa pietanza proprio con loro al posto del pane.

Abbinatelo a una tazza di Silver Green, tè Darjeeling in versione verde che accompagna perfettamente i sapori difficili degli asparagi e delle fave.

Alba consiglia in abbinamento un A.A. Sauvignon, vino bianco leggermente aromatico, dal bouquet floreale e fruttato, sorso fresco, armonico, di buon corpo.

Valeria 

DSCN6044

Continua a leggere Involtini di prosciutto crudo e asparagi su insalata di fave

Scampoli di pasta con fave su crema di zucchine al basilico

SONY DSCSe vi ritrovate con dei ritagli di pasta avanzata da altre preparazioni (come i ravioli o le tagliatelle) potreste decidere di adoperarli per una fumante minestra di fagioli o per deliziarvi con un bel sughetto di pomodorini freschi sciuè sciuè, come si usa dire a Napoli 🙂

Per omaggiare la primavera, che in questi giorni tarda ad arrivare, ho preferito un’esplosione di profumi e colori direttamente dall’orto.

Si tratta dunque di un primo piatto vegetariano che mantiene integro il sapore di ogni singola verdura grazie a cotture semplici e veloci e alla scelta dell’olio extravergine d’oliva italiano spremuto a freddo come condimento.

Stavolta ho usato l’olio di Canino, un olio di categoria superiore, con bassissima acidità e dal gusto eccellente.

Per completare la genuinità di un pranzo informale, magari a Km zero, si potrebbe optare, perché no, per un vino biodinamico.

Consiglio una bottiglia di Frascati Superiore, vino bianco dalla bella sapidità minerale, fresco e di moderata morbidezza ben integrata. Nel finale possiamo ritrovare rimandi alle tinte olfattive floreali e di erbe aromatiche.

Valeria consiglia un bicchiere di Long Jing, tè verde cinese prezioso e che ben si accorda con i sentori vegetali di questo piatto.

Alba

SONY DSC

Continua a leggere Scampoli di pasta con fave su crema di zucchine al basilico

Polpettone di fave secche con salsa alle mele

Una delle nostre proposte più apprezzate in questi anni è stata l’Arrosto di maiale con la salsa di mele, così in un ottica vegetariana, anzi vegana, ho deciso di proporvi questo polpettone lasciandomi ispirare da un’altra ricetta medioevale (no, non mangiavano solo cacciagione!) e cambiandola solo nell’aver dato al purè di legumi una forma simile a un arrosto e ripassandolo in forno.

DSCN5275L’ingrediente principale sono le fave secche decorticate: legume utilizzatissimo in passato, ha lasciato un po’ il posto ad altri venendo rilegato nelle preparazioni tradizionali. Si presentano piatte e dall’insolito colore giallognolo che non ricorda affatto il verde di quelle fresche e a cui tutti sono abituati.

Le fave infine sono un alimento simbolico e quelle secche in particolare venivano usate come cibo nelle feste dedicate ai defunti e nei rituali per l’allontanamento degli spiriti indesiderati: al giorno d’oggi ne rimane un ricordo nel nome di alcuni dolci tipici (le fave dei morti).

In caso non riusciste a trovarle o non possiate mangiare le fave, questa ricetta è ottima utilizzando i ceci al loro posto.

Infine la salsa di mele: ingrediente fondamentale della ricetta dona carattere e umidità al polpettone che da solo risulterebbe troppo secco e monotono.

Gustate questo piatto accompagnandolo a una tazza di Darjeeling second flush.

Alba suggerisce in abbinamento una Vernaccia di San Gimignano, vino bianco dai sentori di frutta e fiori bianchi, morbido ma bilanciato da una buona freschezza.

Valeria

wpid-p_20151029_132155_1.jpg

Continua a leggere Polpettone di fave secche con salsa alle mele

Carbonara con fave

Eccomi di nuovo a sfatare l’errata convinzione che la cucina vegetariana sia poco saporita: vi invito a provare a sostituire la pancetta con le fave e vi ricrederete.

Ricche di fitoproteine, le fave grazie al loro gusto inconfondibile e piacevolmente venato di amaro si sposano perfettamente con la morbidezza della panna che accoglie la cremosità delle uova.

Il tutto vivacizzato dal pecorino e da un pizzico di pepe.

Da leccarsi i baffi.

Per l’aromaticità, la tendenza morbidamente dolce e la sottilissima vena appena amarognola del piatto consiglio di provare in abbinamento un Greco di Tufo, vino bianco sostenuto da una vibrante freschezza, caldo di alcol e piacevolmente minerale.

Valeria suggerisce di abbinare questo succulento piatto ad una tazza di Russian Caravan, che con la sua leggera affumicatura ben si sposa con la panna e le uova.

Alba

P1040178

Continua a leggere Carbonara con fave