L’Hummingbird Cake e i 5 anni di Passioni da Bere

E’ passato un lustro da quando Passioni da Bere ha fatto la sua comparsa nella nostra e, spero, nella vostra vita e cinque anni sono un traguardo da festeggiare con tutti gli onori. Per questo ho deciso di proporvi una torta esageratamente calorica e imponente, che quest’anno compie i suoi 40 anni, e che nella cultura americana è entrata nella tradizione: la Hummingbird Cake.

La ricetta della “torta colibrì” venne inviata nel lontano 1978 alla rivista Southern Living dalla signora L.H. Wiggins (classe 1914) di Greensboro, North Carolina e inserita in una pagina in cui si suggerivano ricette alla banana. Il successo fu esplosivo!

La Hummingbird cake divenne in poco tempo famosa e richiestissima, tanto da diventare un confort food tipico americano: sarà per la dolcissima glassa al burro e formaggio o per gli strati che ricordano molto il banana bread.

Nel tempo la ricetta originale, vera e propria esplosione di calorie, è stata declinata in versioni più leggere e contemporanee, ma per una coerenza storica oggi vi propongo proprio quella della signora Wiggins, con il consiglio di condividerla con più amici possibili, nel vero spirito di un compleanno!

Nel video, originale della rivista, potete vedere il procedimento e il volume degli ingredienti in “cup”, per quanto mi è stato possibile ho tradotto con grammi e millilitri in modo da agevolare chi non dovesse possedere i misurini adatti.

In caso non riusciste a trovare l’estratto di vaniglia, vi consiglio di sostituirlo nella glassa con lo zucchero a velo vanigliato, mentre nella torta potete aggiungere tranquillamente i semi contenuti nel baccello di vaniglia.

Una bella tazza di tè è particolarmente indicata come accompagnamento a questo dolce sontuoso, in particolare vi suggerisco un Dong Ding, tè oolong dalle note di frutta, da infondere più volte durante la degustazione.

Alba suggerisce in abbinamento un A.A. Chardonnay passito, delizioso nettare dai sentori di frutta tropicale, dotato di mineralità salina e freschezza a bilanciare.

Valeria

Continua a leggere L’Hummingbird Cake e i 5 anni di Passioni da Bere

Torta con crema Chantilly e cioccolato ai frutti di bosco

Quando la voglia di “qualcosa di buono” si fa prepotente va assecondata.

Allora pensando ad un trionfo di tenerezza, dolcezza e “pannosità” ho realizzato questo Pan di Spagna ultra soffice imbevuto di sciroppo analcolico e farcito con doppio strato di crema pasticcera al cioccolato e crema Chantilly.

Insomma una delizia inebriante per gli occhi e il palato che vi aiuterà a rinfrescare anche le basi della pasticceria.

Infatti sono ancora in tanti a confondere la crema Chantilly con la crema Diplomatica.

Ebbene chiariamo subito: la Chantilly, crema immediata, semplice e leggera, è composta da panna fresca montata e zucchero aromatizzata con la vaniglia.

La Diplomatica, crema più ricca diffusamente impiegata per farcire torte e pasticcini, nasce invece dall’unione della Chantilly con la crema pasticcera in proporzioni di 1/3 e 2/3 circa.

Consiglio in abbinamento un A.A. Moscato Rosa, vino dolce, pieno, di buona acidità che sostiene la struttura morbida e avvolgente fino ad un finale lungo e persistente.

Valeria suggerisce in abbinamento un Darjeeling oolong, tè indiano dalle naturali note fruttate che ben si accompagna ai frutti di bosco.

Alba

SONY DSC
Crema chantilly, frutti di bosco e cioccolato, una tentazione irresistibile da abbinare ad un vino altrettanto seducente come un Alto Adige Moscato Rosa

Ingredienti per la torta di base Continua a leggere Torta con crema Chantilly e cioccolato ai frutti di bosco