Insalata speziata di pasta al pomodoro e mozzarella e la Settimana Nazionale della Celiachia

Sabato 13 è iniziata la settimana nazionale della celiachia e, per aiutare nella diffusione, ho voluto partecipare proponendovi una ricetta gluten-free.

Di seguito un estratto del comunicato stampa:

COMUNICATO STAMPA

La “Settimana Nazionale della Celiachia” torna per il terzo anno, da sabato 13 a domenica 21 maggio, per informare e sensibilizzare su una patologia che in Italia interessa circa 600.000 persone di cui appena 190.000 diagnosticate. Promossa dall’Associazione Italiana Celiachia (AIC), con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Dietisti (ANDID), la terza edizione è dedicata alla nutrizione e all’educazione alimentare per vivere al meglio una dieta che per i celiaci non è una scelta alimentare ma l’unica terapia possibile, a fronte di circa 6 milioni di consumatori che seguono in modo ingiustificato la dieta senza glutine spendendo oltre 100 milioni di euro per prodotti di cui non avrebbero bisogno.

6 milioni di italiani celiaci ‘per moda’, sprecano ogni anno 105 mln di euro

Dilaga la moda dei cibi gluten-free, un mercato in continua crescita al ritmo del 27% l’anno, che in Italia vale 320 milioni di euro ma solo 215 vengono spesi dai pazienti con diagnosi. Un prodotto su tre viene infatti acquistato da chi non è celiaco e pensa così di dimagrire o guadagnare benessere, ma è un falso mito: nessuna ricerca scientifica dimostra i vantaggi per la salute erroneamente attribuiti alla dieta senza glutine per chi non è celiaco. Lo conferma anche uno studio appena pubblicato sul British Medical Journal secondo cui la dieta di esclusione in chi non è celiaco non riduce il rischio cardiovascolare. Eppure per un italiano su dieci la dieta gluten-free è più salutare, per tre su dieci fa dimagrire: un equivoco pericoloso, che banalizza la malattia celiaca, che riguarda l’1% della popolazione per la quale l’esclusione del glutine non è una scelta ma un vero è proprio ‘salvavita’.
Molte le iniziative per fare chiarezza previste per la Settimana Nazionale della Celiachia: sul sito http://www.settimanadellaceliachia.it sarà possibile informarsi sulle 5 regole per una corretta alimentazione senza glutine, gli eventi speciali delle 20 sezioni regionali e la chat online attraverso cui chiedere consigli a medici e dietisti. Dal 13 maggio scaricabile online anche la guida “Sport&Celiachia” a cura del Comitato Scientifico di AIC: patrocinata dal CONI, sottolinea l’utilità dello sport per il benessere dei pazienti e spiega come una dieta di esclusione non migliori le performance in chi non è celiaco. Per sensibilizzare i giovani nei confronti della celiachia, in 700 scuole di tutta Italia saranno distribuiti menù gluten-free…

(Per leggere il testo completo clikkate QUI)

Avendo molta cura nell’evitare le contaminazioni crociate (il contatto accidentale tra alimenti gluten-free e quelli contenenti glutine) si può preparare una deliziosa insalata di pasta veloce e appagante ideale per un pranzo all’aperto con gli amici.

Ho scelto dei fusilli a base di farina di mais, di grano saraceno e di riso da agricoltura biologica (scegliendo tra i prodotti che fanno parte del prontuario AIC), ho aggiunto pochi altri ingredienti (sempre BIO, già che uno c’è 😉 ) e ho dato una sferzata speziata preparando un mix diverso dal solito.

Vi consiglio in abbinamento un bicchierino di Shincha Wakana agli agrumi, preparato con la tecnica dell’infusione in ghiaccio e con scorze di limone e mandarino non trattati. (per la tecnica vedere la ricetta del Trancio di tonno al tè e agrumi)

Alba propone in abbinamento un Cortese di Gavi, vino bianco equilibrato all’assaggio, delicatamente sapido e invitante nei ritorni aromatici.

Valeria

Continua a leggere Insalata speziata di pasta al pomodoro e mozzarella e la Settimana Nazionale della Celiachia

Insalata di finocchi, arance e seppie

Giorno dopo Pasquetta. Mi aggiro per i banchi del mercato in cerca di qualcosa che mi ispiri, ma che allo stesso tempo non mi appesantisca ulteriormente dopo gli spropositi delle festività.
Vengo attratta dal banco del pescivendolo: nell’alto Adriatico la primavera è la stagione delle seppie e ve ne sono alcune veramente invitanti. Il pensiero della loro pulizia un po’ mi assale, ma il pescivendolo è disponibile e in un battibaleno me le pulisce (basterà dargli una lavata a casa e saran pronte).

L’insalata che vi propongo è fresca e semplice, di più, essenziale!
I gusti si fondono e si contrastano cercando ognuno di mantenere uno propria identità: il fresco del finocchio con l’aromaticità della arancia, la dolcezza della seppia con il ricco condimento.

Ho accompagnato il tutto con una tazza di Russian Caravan: la sua leggera affumicatura armonizza perfettamente tutti i gusti, riuscendo ad aggiungere una nota esotica e appagante.

Alba suggerisce di accompagnare quest’insalata con un calice di Cortese di Gavi, vino bianco gradevolmente fresco, minerale, dai ritorni agrumati.

Valeria

finocchi seppie

Continua a leggere Insalata di finocchi, arance e seppie

Filetto di branzino con dadolata di verdure e capperi

Nonostante la mia voglia sempre inappagata di giornate passate in spiaggia a prendere il sole, ascoltare le onde, collezionare conchiglie e aspettare il tramonto nella speranza di vedere “il raggio verde”, mi ritrovo ogni volta impalata davanti al banco del pesce con la mia solita aria spaesata.

Sono cresciuta nell’entroterra, nuoto a modo mio e da bambina ero allergica ai pesci con le spine. Tutto questo si traduce nell’incapacità di distinguere un calamaro da una seppia, una mazzancolla da uno scampo e un pesce spada da un tonno (vabbèh sto esagerando…)

In ogni caso, ho scoperto che se chiedo una spigola e mi danno un branzino non m’hanno ingannata perché si tratta in sostanza dello stesso pesce.

Soddisfatta di questa mia nuova scoperta ittica, proseguo il giro al mercato e torno a casa con in mente un modo per esaltare i miei filetti con verdure e aromi.

La cena e’ stata sorprendentemente buona.

Ho stappato una bottiglia di Cortese di Gavi, vino bianco non molto strutturato, di buona freschezza gustativa.

Valeria invece abbina un inaspettato tè oolong: un Dong Ding di Taiwan.

Alba

branzino Continua a leggere Filetto di branzino con dadolata di verdure e capperi