Ceci spezzati con verza

Nell’ultimo mese la mia vita si è fatta più frenetica e decisamente con orari più assurdi (e infatti pubblico oggi :P) e così a volte capita di dover trovare soluzioni più facili per una esistenza più semplice.

Visto l’inverno i contorni e le zuppe di legumi sono una manna dal cielo, e nel vasto panorama commerciale si può contare sui prodotti secchi, congelati, freschi e in scatola. Tra i prodotti secchi un formato non ancora diffusissimo in Italia, ma che io trovo molto comodo, sono i “Dal”: legumi decorticati e spezzati usatissimi in India (io di solito li trovo o al BIO o al negozio etnico)

I Chana dal sono piccoli ceci decorticati e spezzati che non hanno bisogno di un lungo ammollo, nè di una lunga cottura e sono perfetti per zuppe, vellutate e tutte quelle preparazioni dove il cecio non deve per forza rimanere bello integro. L’ apporto calorico è come quello dei ceci: per 100g di chana dal 347Kcal e 22,8g di proteine.

Così eccovi un contorno (ma anche una zuppa volendo) di chana dal con verza dal sentore indiano dato dalle spezie.

Ovviamente per rimanere in tema ho voluto abbinarci una bella tazza di Darjeeling, tè nero indiano che si abbina perfettamente alle spezie.

Alba propone in abbinamento un Grillo, vino bianco fresco e con vivace scia sapida in chiusura.

Valeria

p_20161129_125201_1.jpg

Continua a leggere Ceci spezzati con verza

Insalata di ceci mediterranea + Green Virgin Mary

In estate le insalate sono una necessità e un piacere: diventiamo tutti inventivi e creatori per sfuggire alla monotonia della solita insalata di pomodori.
Questo che vi presento oggi è un piatto fresco, nutriente e dall’ispirazione mediorientale, che si può rendere ancora più completo con l’aggiunta di pezzetti di formaggio.
La ricca componente aromatica può essere variata a piacimento nelle quantità per rendere questa insalata più o meno piccante e acidula.

Con gli ingredienti di scarto si può preparare un Green Virgin Mary, gustosa bevanda a base di succo che completa il piatto oppure abbinare il tutto a un bicchiere ghiacciato di tè alla menta.
Il Green Virgin Mary è ispirato al più famoso Virgin Mary, ma la tonalità rossa del succo di pomodoro è stata sostituita da quella verde più vegetale.

Alba propone in abbinamento un Soave classico, vino bianco abbastanza morbido, piacevolmente fresco, fruttato e minerale.

Valeria

image

Continua a leggere Insalata di ceci mediterranea + Green Virgin Mary

Zuppa di ceci alla curcuma con julienne di radicchio rosso

Ceci e radicchio sono a mio parere una coppia perfetta, una di quelle coppie di opposti fatti per stare assieme, perché proprio nella diversità danno il meglio di sé.

I ceci hanno un carattere morbido, la tendenza dolce, sono versatili, bilanciano alimenti sapidi e aromatici come ad esempio il baccalà.

Il radicchio è più ostile, amarognolo, netto e va a nozze con alimenti delicati come un risotto all’Asiago, cremoso e vellutato.

Bene, ora aggiungete a questo matrimonio d’amore un pizzico di curcuma per accendere di colore e per dare un tocco esotico e vi ritroverete nel piatto un connubio di sapore che scalderà le vostre serate autunnali.

Per esaltare il gusto e i profumi di questa zuppa così avvolgente vi propongo in abbinamento un Colli Orientali del Friuli Sauvignon, vino bianco dai sentori tipici di frutta a polpa bianca ed erbe aromatiche, dal sorso pulito, fresco e di piacevole sapidità.

Valeria invece propone un Japan Yonkon, tè verde dal gusto vegetale e dolce che ben si armonizza con l’equilibrio del piatto.

Alba

zuppa

Continua a leggere Zuppa di ceci alla curcuma con julienne di radicchio rosso

Padellata di orzo con verdure stufate

In questi ultimi tempi, il consumo di cereali è tornato particolarmente in voga, specialmente tra coloro che rivolgono un’attenzione particolare allo slowfood.

La scelta sempre piu’ frequente dell’ alternativa al frumento e al riso in favore di farro, orzo, segale, miglio, grano saraceno ecc. testimonia un cambiamento nelle abitudini di consumo rivolto verso preferenze alimentari piu’ sane e complete.

Oggi presento una ricetta delicata, a base di orzo che delizierà gli amanti della cucina vegetariana.

Per praticità, ho comprato una confezione di orzo perlato che non necessita di un precedente ammollo in acqua. Tuttavia rispetto al cereale integrale, alcune delle proprietà nutritive vengono perse durante il processo di lavorazione.

L’orzo ha proprietà rinfrescanti, toniche, disintossicanti e ricostituenti.

Favorisce l’attività psicofisica, abbassa la pressione, migliora il tono dell’umore e la concentrazione. E’ un’ottima fonte di magnesio, ferro, oltre che di vitamine del gruppo B e vitamina E.

In questi mesi caldi può sostituire il riso nella preparazione delle insalate, costituire la base per alcuni dolci o accompagnare, come in questa ricetta, le verdure di stagione stufate e speziate.

Quello che propongo è un piatto unico, fresco, molto estivo, ideale anche da servire al buffet o da portare al mare o in campagna per uno spensierato pranzo al sacco.

Ho scelto in abbinamento un calice di Soave Classico, servito alla temperatura di 12° C, vino bianco morbido ma scosso da una bella freschezza fruttata e da note minerali.

Valeria, invece, ha scelto una bevanda teiforme, il Mugicha, il tè di orzo servito freddissimo, tanto amato dai Giapponesi, nelle lunghe giornate torride.

Alba

Padellata di orzo con verdure stufate - Foto di Walter Romano
Padellata di orzo con verdure stufate – Foto di Walter Romano

Continua a leggere Padellata di orzo con verdure stufate

Hummus

Nella sua semplicita’, la ricetta che sto per illustrare riesce sempre a ottenere larghi consensi tra gli amici. Lo propongo spesso come antipasto freddo prima delle portate principali.

L’hummus di ceci e’ una preparazione densa e cremosa tipica soprattutto d’Israele ma diffusa trasversalmente in Medioriente, dal Libano alla Siria, dalla Turchia all’Egitto fino alla Grecia.

Viene servito come metze (antipasto) insieme alle verdure crude, col pane arabo o col pane azzimo. Oppure viene proposto con le falafel o utilizzato per farcire lo shwarma (il kebab).

La preparazione base e’ fatta di ceci e tahina.

La tahina e’ un burro ricavato dai semi di sesamo tostati, tritati e lavorati con l’olio. Non e’ difficile da reperire, la si trova nei negozi di prodotti etnici, di cibo biologico, qui a Roma anche da Castroni o tra i banchi di Piazza Vittorio.

Per preparare questa deliziosa e aromatica purea ho utilizzato per praticita’ i ceci in scatola ma sicuramente non rappresentano la scelta migliore. Conviene infatti mettere i ceci secchi in ammollo tutta la notte con una puntina di bicarbonato per rendere la buccia piu’ morbida e il giorno seguente vanno cotti per un paio d’ore (i tempi si riducono con la pentola a pressione) e sbucciati.

Per accompagnare questa salsa, dove la tendenza dolce dei ceci e’ sostenuta dalla piccantezza appena accennata e dal tocco fresco del limone, ho scelto un Trebbiano Spoletino, vino bianco di buona freschezza, discretamente sapido con finale morbido.

Valeria, invece, ha pensato ad un Tè alla Menta: rinfrescante e aromatico, accompagna in modo ideale il gusto pieno di questa crema.

Alba

Hummus - Foto di Walter Romano
Hummus – Foto di Walter Romano

Continua a leggere Hummus

Uova marmorizzate nel nido

La Primavera sta faticando ad arrivare in Liguria: tra piogge e freddo non sembra proprio; ma lo stesso, in questi giorni, avevo voglia di un gusto fresco, magari sfruttando qualche verdura di stagione. E poi il bisogno di aria mediterranea e di gusti mediorientali sta facendo capolino, così ho aperto la dispensa ed ho ficcato dentro la testa: c’era poco, o meglio, c’era potenziale!

La ricetta che sto per proporvi è composta da due fasi: una serale ed una diurna.
In quella serale si prepareranno gli ingredienti, mentre in quella diurna si cuocerà ed assemblerà la creazione. Lunga? No, non particolarmente, ma ne vale la pena!

A questo antipasto ho abbinato un Tè alla Menta, servito con metodo Orientale (senza zucchero): la freschezza della menta si sposa con il gusto del limone e delle spezie, donando una speranza di Estate al palato.

Il vino proposto da Alba e’ un Valdobbiadene Prosecco Superiore extra dry. In questa tipologia il residuo zuccherino e’ più elevato rispetto al Brut e dunque conferisce una maggiore morbidezza e un’ampia versatilità nell’abbinamento.

Valeria

Uova marmorizzate nel nido Continua a leggere Uova marmorizzate nel nido