Torta rovesciata alla carota con le mele

ed eccoci arrivati al

3° Compleanno di Passioni da Bere

Una data piena di significato con l’inizio della Primavera e quest’anno anche con il coincidere della Domenica delle Palme.

Questo anno ha visto il concentrarsi dei nostri sforzi sui social network e nel portare avanti i nostri studi del settore per regalarvi ogni settimana ricette migliori e variegate: speriamo di esserci riuscite! 😉

La torta che vogliamo proporvi oggi non è elegante nel senso visivo del termine, ma è deliziosamente complessa con la sua parte inferiore che ricorda una torta di carote, mentre la parte superiore una tarte Tatin. L’uso di zuccheri diversi dona al dolce particolari sfumature aromatiche, esaltate dall’utilizzo delle spezie e dall’acidità delle mele. Ottima anche per gli intolleranti al lattosio e per gli amanti della farina di riso, usata come base insieme alle carote: un mix divertente.

Valeria per celebrare questa entrata trionfale nella Primavera suggerisce di abbinare questa torta a una tazza di Dragon Pearl, pregiato tè verde profumato al gelsomino: una festa dei sensi.

Per questa torta così piacevolmente aromatica, Alba suggerisce in abbinamento una Malvasia delle Lipari Passito, vino dolce e avvolgente, di solida struttura, sostenuto da un ottima scia sapida e da una risoluta freschezza.

Valeria e Alba

DSCN5840

Continua a leggere Torta rovesciata alla carota con le mele

Eggs Royale

Le uova Benedict sono uno dei capisaldi della colazione e del brunch americano: si compongono di un English Muffin diviso a metà sormontato da prosciutto o bacon grigliati, uovo in camicia e salsa olandese. La loro origine è incerta, ma potrebbero essere attribuite alla lungimiranza di Oscar Tschirky, maître d’hôtel del Waldorf Astoria New York nel 1894.

Il successo delle uova Benedict fu talmente esplosivo che in giro per il mondo furono elaborate decine di varianti, tra cui queste Eggs Royale dove il prosciutto è sostituito da una succulenta fetta di salmone affumicato. Conosciute anche come Eggs Montreal, Eggs Pacific e altri nomi trovano anche una leggera variante nella base: provatele con un croissant spaccato a metà (ma di quelli veri, quelli “tutto burro”!), oppure con una fetta di pancarré imburrata.

DSCN0015Io ho optato per degli italianissimi panini al latte spaccati in due e leggermente tostati. L’importanza di avere gli ingredienti caldi o al massimo tiepidi e fondamentale per la buona riuscita della ricetta.

E’ un piatto calorico, MOLTO calorico, ma il sapiente equilibrio dei sapori non lo rende stomachevole, anzi: è buonissimo!
Servitelo con spinaci, insalata fresca, finocchi o pomodori tagliati fini e concludete l’esperienza con un frutto di stagione.

Inoltre la ricetta che segue è la summa di alcune create per i Martedì for Dummies: la nostra rubrica per i fondamentali in cucina. Seguite i link degli ingredienti e sarete trasportati in giro per il nostro sito. 😉

Vi consiglio di abbinare questo piatto ad una tazza di Darjeeling Gopaldhara first flush, tè nero indiano dalle note fresche che ben si sposa con il gusto agrumato della salsa e la piacevolezza del salmone.

Alba consiglia in abbinamento un Prosecco Valdobbiadene Superiore, vino dal perlage solleticante, assaggio morbido ma ben bilanciato dalla freschezza e dalla chiusura nitida su ritorni fruttati.

Valeria

DSCN0012

Continua a leggere Eggs Royale

3. Intermezzo. Piccolo sformato di patate con prosciutto di Praga

Intermezzo

E sono ventinove!

Il tragitto tra il ristorante Duchessa e lo studio di architettura sta diventando talmente famigliare da farmi credere di poter mettere il pilota automatico, non fosse che in questa città andare in bicicletta è un suicidio programmato: fare il bike messenger può essere pericoloso.

Qui però mi sento più un cupido o qualcosa di simile (avessi le ali, sigh!), Edoardo ogni giorno alle 17 manda un fiore e un dolcetto ad Adele ed io sono diventata talmente di casa che ci scappa anche la merenda per me: oggi panino al prosciutto arrosto, goduria!

Ero presente anche in alcuni momenti fondamentali, primo in classifica la visita dell’ex di lei al ristorante: lui una patata lessa velenosa e polemica, Edoardo un obelisco di superiorità e forza.

Lo studio è in uno di quei palazzi anonimi e freddi tanto somiglianti a degli orologi digitali, persino i colleghi di Adele sembrano a base di silicio, lei invece, irradia una luce pulsante che si accende nell’esatto istante in cui mi vede entrare dalla porta a vetri.

Attraverso lo studio sicura di me, le porgo il tulipano rosso, il piccolo pacchetto dorato di cartone ed attendo, curiosa di scoprire anche io la dolce novità: il rumore leggero dell’involucro che si schiude ed ecco apparire due cioccolatini a forma di libro.

Dal mio punto di vista, è poco romantico, ma lei non la pensa così, anzi: le si stampa un sorriso beato sul viso.

Con la stessa sicurezza con la quale sono entrata, riprendo la porta, scendo le scale saltando pericolosamente gli ultimi scalini ed inforco la fedele bici che mi attende paziente.

E domani è un mese!

(Valeria Miceli, Racconto di un menù di San Valentino)

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

Piccolo sformato di patate con prosciutto di Praga

DSCN4745 Continua a leggere 3. Intermezzo. Piccolo sformato di patate con prosciutto di Praga

Spiedini di maiale alle prugne con Chutney di mango e papaya

A volte le idee nascono da cose fugaci come i ricordi e i profumi, altre volte da tradizioni radicate talmente a fondo da non poter essere cambiate.
Il piatto che vi propongo oggi nasce così: il profumo della frutta che incontra la struttura della carne di maiale, il tutto trasformato in un bocconcino aromatico e agrodolce.

La salsa chutney che vi propongo è decisamente meno piccante e più “fruttosa” dell’originale indiana, ma potete benissimo decidere di aumentare la dose di spezie e dimezzare quella di frutta; mentre il maiale marinato con il brandy acquista una morbidezza intensa.

Volendo potete preparare il chutney il giorno prima e conservarlo in frigorifero chiuso ermeticamente in un vasetto.

Ho deciso di abbinare a questo spiedino una tazza di Hojicha, tè verde arrostito che ben si sposa con la singolare aromaticità della salsa.

Per l’intrigante combinazione con la frutta e le spezie, Alba propone un Colli Orientali del Friuli Pinot Grigio, vino bianco morbido e sapido.

Valeria

DSCN4707 Continua a leggere Spiedini di maiale alle prugne con Chutney di mango e papaya