Quiche con funghi cardoncelli, patate e provola affumicata

Stanotte mi sono alzata per prendere una coperta da stendere sul letto, ho avvertito per la prima volta dopo l’estate la temperatura che sta dolcemente cambiando, l’aria che rinfresca.

Per dare il benvenuto a questa nuova stagione ho comperato i funghi al mercato, ben felice di trovare i cardoncelli (pleurotus eryngii).

Sono tipici dell’alta Murgia, dove nascono spontaneamente ma vengono coltivati anche in serra per poi essere destinati a varie zone italiane.

Dalla polpa carnosa e soda, hanno un profumo eccezionale che ricorda il pane in lievitazione e un sapore inconfondibile.

Si possono grigliare, trifolare, gustare crudi in carpaccio, fare dorati e fritti, al forno, o essere il pregiato condimento di un risotto o di una pasta.

Nella quiche che ho preparato si sente anche l’aromaticità della provola affumicata ma se volete un sapore diverso ma altrettanto gustoso potreste sostituirla con 50 grammi di pecorino semistagionato e un etto di brie.

Vi consiglio un Colli Orientali del Friuli Sauvignon, vino bianco dai sentori di frutta a polpa bianca ed erbe aromatiche, di buona struttura, fresco e sapido.

Valeria invece suggerisce un delizioso Russian Caravan, tè leggermente affumicato che riprende il sapore della provola e accompagna perfettamente i funghi e le uova.

Alba

quiche ritoccata

Continua a leggere Quiche con funghi cardoncelli, patate e provola affumicata

Risotto ai funghi e Lapsang Souchong

Ogni volta che si pensa ad un risotto ai funghi, magari dal gusto affumicato, vengono in mente passeggiate in boschi autunnali e camini accesi, quindi perché proporlo in un menù pasquale e primaverile?
La risposta è semplice: per dare risalto a quei funghi che crescono tutto l’anno e che proprio in primavera si possono trovare con facilità.

Il cardoncello (Pleurotus eryngii) è un fungo dalla consistenza carnosa e soda che si può trovare spontaneamente in molte regioni del centro-sud in particolare nelle Murge.
Ha un gusto intenso e particolare che lo fa apprezzare moltissimo a tavola.
In caso non riusciste a trovare i cardoncelli, ma avete da parte dei buonissimi porcini: non vi preoccupate! Il gusto cambierà leggermente, ma i vostri commensali ne saranno felicissimi lo stesso.

Per il sapore affumicato ho scelto una via più vegetariana e da amante del tè, utilizzando il tè cinese Lapsang Souchong: le sue foglie vengono affumicate con legno di abete rosso e donano al risotto un gusto delizioso.

Per non esagerare con l’affumicato e per esaltare il gusto dei funghi consiglio di abbinare questo piatto ad un tè indiano come il Darjeeling Jungpana second flush.

Alba consiglia di accompagnare questo risotto con un Sylvaner, vino bianco gradevolmente fresco, fruttato, elegante.

Valeria

risotto cardoncelli

Continua a leggere Risotto ai funghi e Lapsang Souchong