Cottage Pie

La Cottage pie e la Shepherd’s pie sono due piatti inglesi molto simili formati da un mix di carne sormontata da purè e gratinati al forno: la consuetudine vuole che la Shepherd’s pie sia formata da carne ovina cotta con delle verdure in un sugo denso, mentre la Cottage è di manzo con un condimento più semplice.

La prima apparizione ufficiale della Cottage pie può essere annoverata ad opera del Rev. James Woodford nel 1791 ed era un modo gustoso per riutilizzare la carne arrosto avanzata trasformadola in una “torta” con il purè di patate come “crosta”: in poco tempo divenne un piatto talmente tipico da essere annoverato tra gli stereotipi inglesi.

Se vi piace potete aggiungere alle cipolle anche un trito di carote e sedano per formare il classico soffritto ed eliminare la salsa Worchester se il gusto leggermente affumicato non vi aggrada.

Per una serata stile High tea preparate delle cottage pie monoporzioni e abbinatele ad una tazza di Assam, tè nero indiano dal carattere forte che ben sostiene il gusto intenso della carne e la cremosità del purè.

Alba suggerisce in abbinamento un Salice Salentino, vino rosso dal sorso rotondo e succoso con eco tannica fitta che gli conferisce corpo ed equilibrio.

Valeria

12719233_10208580398645600_4958987046547865251_o

Continua a leggere Cottage Pie

Pancarré al burro e malto d’orzo

ESTATE

Non esattamente la stagione che invoglia di più ad usare il forno, ma è proprio questo il periodo migliore per dare sfogo alle nostre fantasie lievitate: il caldo umido e la temperatura rasente i 30°C non fanno che aiutare il nostro lievito nel suo bravo lavoro.

Fine Luglio e inizi di Agosto, i campi di grano mietuti e le feste del raccolto che si insinuano dall’eco della storia e dei miti: i celti lo chiamavano Lughnasadh, gli inglesi Lammas, ma il concetto non cambia nel suo celebrare la vita, il sacrificio e l’abbondanza che saranno fondamentali durante i mesi più bui e freddi.

DSCN5135Così nasce questo pancarré dalla crosta fragrante, dorata e croccante, ma dal morbidissimo cuore, con un sottile gusto di burro vellutato e avvolgente.

La casa si inonderà di un profumo speciale e irresistibile che vi farà sognare di tempi andati e di future colazioni.

E’ infatti pensando ad una deliziosa fetta spalmata di confettura o marmellata che vi suggerisco di abbinare questo pane ad un Assam GBOP Hathikuli che con le sue note maltate esalta perfettamente il gusto di ogni vostra combinazione.

Con la sua sottilissima crosta e l’abbondante, soffice mollica, è perfetto anche per un aperitivo, farcito con salumi, omelette e mousse. In questo caso, Alba propone un flute di Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry, dal sorso vellutato, persistente, fresco.

Valeria

DSCN5137

Continua a leggere Pancarré al burro e malto d’orzo