Capitolo 23, una tazza di Darjeeling Monteviot first flush e un cestino di pane di segale con mousse di salmone e cetrioli

Elisa, nella locanda a fare colazione, chiede ad Alba informazioni sulla possibile produzione di tè nel borgo (sta indagando sul misterioso tè della madre), ma le informazioni che riceve sono negative. In compenso le parla di una ragazza che anni prima era particolarmente appassionata di tè (sospetto di Daria a questo punto, ovvio!). Uscita dalla locanda Elisa va a trovare Vittoria alla Casa delle Camelie e qui si scopre che il figlio Renato è morto tre anni prima! Girovagando nell’esplosione di colore del giardino Elisa si ritrova davanti proprio lei: la camelia gialla! (Coincidenza?)
Sopraffatta dalle emozioni e confusa, Elisa decide di salutare Vittoria senza chiedere spiegazioni…

Mentre approntavo le tartine per questo Tea Time ho pensato di proporvi un classico della cucina inglese: la mousse di salmone! Qui impreziosita dalla presenza dell’aneto. I cetrioli possono essere sia freschi che in agrodolce per dare una sferzata di gusto alla tartina.

Alba consiglia in abbinamento un Prosecco di Valdobbiadene Dry, appagante, morbido e fresco, piacevolmente sapido nel finale. Di persistenza agrumata.

Valeria

Tartine al salmone e cetrioli (ricetta originale)

Ingredienti:

  • pane in cassetta
  • salmone affumicato
  • cetriolo
  • panna acida
  • aneto sminuzzato
  • succo di limone
  • pepe

Mescolate in una ciotola la panna acida, l’aneto e il succo di limone, e aggiungete il pepe. Spalmate il tutto sul pane, disponetevi il salmone affumicato e il cetriolo tagliato a fettine sottili, poi coprite con un’altra fetta di pane.

Cestini di pane di segale con mousse di salmone e cetrioli (mia variante)

Ingredienti:

  • pane di segale in cassetta
  • 120g di salmone affumicato
  • 1 cetriolo
  • sale
  • 120ml di panna acida
  • 1 cucchiaino di panna montata non dolcificata
  • 1 cucchiaio raso di aneto sminuzzato (o senape all’aneto)
  • 20 ml di acqua calda
  • 4g di colla di pesce o mezzo cucchiaino di gelatina in polvere

Ammollate la colla di pesce nell’acqua fredda, strizzatela e dissolvetela nei 20ml di acqua calda.

Frullate il salmone con la panna acida, l’aneto e la gelatina dissolta. Incorporate anche la panna montata. Fate riposare il composto per almeno 6 ore in frigo.

Lavate accuratamente il cetriolo, affettatelo e cospargetelo di sale.

Rivestite dei pirottini imburrati con il pane di segale e passateli 5 minuti sotto il grill a tostare. Lasciate raffreddare.

Scolate i cetrioli dall’acqua che avranno formato.

Riempite i cestini di mousse e decorateli con i cetrioli.

Eggs Royale

Le uova Benedict sono uno dei capisaldi della colazione e del brunch americano: si compongono di un English Muffin diviso a metà sormontato da prosciutto o bacon grigliati, uovo in camicia e salsa olandese. La loro origine è incerta, ma potrebbero essere attribuite alla lungimiranza di Oscar Tschirky, maître d’hôtel del Waldorf Astoria New York nel 1894.

Il successo delle uova Benedict fu talmente esplosivo che in giro per il mondo furono elaborate decine di varianti, tra cui queste Eggs Royale dove il prosciutto è sostituito da una succulenta fetta di salmone affumicato. Conosciute anche come Eggs Montreal, Eggs Pacific e altri nomi trovano anche una leggera variante nella base: provatele con un croissant spaccato a metà (ma di quelli veri, quelli “tutto burro”!), oppure con una fetta di pancarré imburrata.

DSCN0015Io ho optato per degli italianissimi panini al latte spaccati in due e leggermente tostati. L’importanza di avere gli ingredienti caldi o al massimo tiepidi e fondamentale per la buona riuscita della ricetta.

E’ un piatto calorico, MOLTO calorico, ma il sapiente equilibrio dei sapori non lo rende stomachevole, anzi: è buonissimo!
Servitelo con spinaci, insalata fresca, finocchi o pomodori tagliati fini e concludete l’esperienza con un frutto di stagione.

Inoltre la ricetta che segue è la summa di alcune create per i Martedì for Dummies: la nostra rubrica per i fondamentali in cucina. Seguite i link degli ingredienti e sarete trasportati in giro per il nostro sito. 😉

Vi consiglio di abbinare questo piatto ad una tazza di Darjeeling Gopaldhara first flush, tè nero indiano dalle note fresche che ben si sposa con il gusto agrumato della salsa e la piacevolezza del salmone.

Alba consiglia in abbinamento un Prosecco Valdobbiadene Superiore, vino dal perlage solleticante, assaggio morbido ma ben bilanciato dalla freschezza e dalla chiusura nitida su ritorni fruttati.

Valeria

DSCN0012

Continua a leggere Eggs Royale

Bliny al salmone

In questo periodo sto viaggiando molto in treno e l’altro giorno, mentre stavo tornando verso la Liguria, fuori dal finestrino invece della primavera c’era ancora l’inverno.

Tra il freddo e il paesaggio che cambiava la mia mente è volata a terre lontane, tra carovane che attraversano luoghi freddi e impervi per trasportare il tè.

Così mi sono “fermata” in Russia per gustare una tazza bollente di Russian Caravan e assaporare dei bliny al salmone: si sciolgono in bocca in un trionfo di sapore.

Alcuni aggiungono alla ricetta anche del caviale di salmone, ma nella mia idea di pausa del tè mi sembrava inappropriato.

Se invece preferite un buon calice di vino per rinfrancarvi, Alba propone in abbinamento un Alto Adige Riesling, vino di grande persistenza gusto-olfattiva dal gusto pieno, fresco, sapido e dotato di una buona componente pseudocalorica.

Valeria

Bliny al Salmone - foto di Gianluca Celea
Bliny al Salmone – foto di Gianluca Celea

Continua a leggere Bliny al salmone

Mini muffin al salmone e pistacchio con cipolla rossa caramellata

I mini muffin salati proposti ai buffet hanno sempre “l’effetto ciliegia”, vengono presi d’assalto.

In pochi gustosissimi morsi ho voluto racchiudere un contrasto particolare di sapori dalla tendenza agrodolce.

Il gusto ricco, delicatamente fume’ del salmone e la freschezza della panna acida e del caprino rappresentano una combinazione ben collaudata in cucina. Ho incluso in questo accostamento i pistacchi e delle golosissime rondelle di cipolla caramellata.

Il risultato e’ una soluzione finger food deliziosa e colorata.

Considerata la struttura del piatto ho pensato a un vino molto amato tra gli addicted dell’aperitivo, l’Alto Adige Gewurztraminer per le note sapide e fresche supportate da un’importante persistenza aromatica.

Valeria invece propone un tè freddo Bao Zhong alla mela e arancia: le sue note fruttate e l’aroma floreale sostengono l’aromaticità dei mini-muffin, smorzando allo stesso tempo la forza del caprino e del salmone.

Alba

mini-muffin pistacchi Continua a leggere Mini muffin al salmone e pistacchio con cipolla rossa caramellata