Capitolo 32, una tazza di Diang Hong, il compleanno di Passioni da Bere e le crostatine al mandorlato morbido con miele

La primavera è arrivata e, come ogni anno, ha portato con sè il compleanno di Passioni da Bere: 4 anni per la nostra creatura che cresce e si evolve!

Quest’anno Marzo è stato un mese pieno di tè con il progetto di presentarvi 31 tè per 31 giorni seguendo le pagine del libro “Le regole del tè e dell’amore” e alcune piccole sorprese che vi verranno svelate entro fine mese.

Tanti auguri a Noi quindi e un grazie a Voi che continuate a seguirci! 🙂

Passiamo quindi al riassuntino del nostro capitolo:

Elisa, approfittando del tè delle 5 a casa di Vittoria, si intrufola nella serra in disuso per cercare indizi sulla camelia gialla: trova (e ruba) un tacquino di cuoio (quello di Renato) e un foglietto. Ritornata nella sua stanza si rende conto che nel taccuino ci sono appunti (impeccabili e ordinati) sulle varietà di camelia, mentre sul bigliettino (che lei crede scritto da Alba, ma noi sappiamo da Daria): “Ti sto aspettando. Non farmi questo. Non farlo a noi due. Scrivimi almeno, non so neanche se hai ricevuto la lettera con l’indirizzo. Ti amo. E sai quanto.

Crostatine al mandorlato morbido con miele

Queste crostatine sono dolcissime e mielosissime, ricordano un po’ i dolci mediorientali ed è bene accompagnarle con una salsa acidulata che possa stemperare la loro forza come dello yogurt greco o questa panna montata particolare.
Suggerisco in abbinamento una tazza di Dian Hong che con le sue note tipiche dei tè dello Yunnan ben si sposa con il piatto.
Alba suggerisce in abbinamento un A.A. Gewürztraminer passito, un nettare dolce e succoso, bilanciato nella spinta sapida e agrumata nel finale.
Valeria

Ingredienti per 4 crostatine

  • 100g di pasta brisee
  • 1 uovo grande
  • 75g di zucchero di canna
  • 3 cucchiai di melata di bosco
  • 15g di burro salato (1 cucchiaio)
  • mezza bacca di vaniglia
  • 130g di mandorle pelate
  • cioccolato fondente

per la panna acidula

  • 250ml di panna da montare
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 30ml di panna acida

Preriscaldate il forno a 180°C.

Dividete la pasta in 4 parti, stendetela piuttosto fine e rivestite 4 formine da crostatine precedentemente imburrate.

Mescolate l’uovo, lo zucchero di canna, la melata, il burro sciolto e i semini raschiati dalla bacca di vaniglia. Quando avrete una bella pastella amalgamatevi le mandorle grossolanamente rotte.

Distribuite il composto di mandorle nei gusci di pasta e infornate per 15 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare.

Fondete poco ciccolato fondente e decorate la superficie delle crostatine.

Prima di servirle montate la panna ben fredda con lo zucchero a velo e amalgamatevi la panna acida.

Piccole angel food con glassa agli agrumi e codette

Oggi è la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia ed è anche la Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa: non c’entrano nulla l’una con l’altra, ma visto che si parla di “fobia” e “pressione” mi verrebbe da dire <<state tutti calmi!>>.

Ok, a parte gli scherzi, ritorniamo alle cose serie perché entrambe le motivazioni di questa giornata sono importanti e purtroppo recepite dal grande pubblico in maniera distorta.

L’ipertensione arteriosa è una di quelle patologie “sottovalutate” che passa per lo più inosservata: peccato che l’ipertensione arteriosa è un problema che colpisce in Italia in media il 33% degli uomini e il 31% delle donne. Il 19% degli uomini e il 14% delle donne sono in una condizione di rischio (cioè il valore della pressione sistolica è compreso fra 140 e 160 mmHg e quello della diastolica è compreso fra 90 e 95 mmHg). Solo nella regione Emilia-Romagna gli ipertesi sono il 41% degli uomini e il 30% delle donne.
L’azione prolungata dell’ipertensione arteriosa non curata può portare a quella che è la terza causa di morte in Italia: l’ictus!
Alcune linee guida per la prevenzione dell’ipertensione sono: controllare il peso corporeo, contenere il consumo di alcol, evitare il fumo, limitare le condizioni di stress, ridurre l’apporto di sale e l’uso degli alimenti che ne sono ricchi (ad esempio gli insaccati), contenere il consumo di grassi animali (contengono colesterolo), non abusare di liquirizia, seguire una dieta ricca di magnesio e potassio (cereali, frutta, verdura, agrumi), esercitare regolarmente un’attività fisica.

LA RICETTA DI OGGI NON E’ DEDICATA A QUESTA GIORNATA! 😉

La ricetta di oggi è dedicata alla Giornata contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, perché un dolce non ha mai ucciso un omosessuale, ma la “paura” sì!
Grazie anche ai recenti sviluppi sulla legge per le unioni civili, il “problema” omosessualità è saltato di nuovo all’onore della cronaca sollevando il solito polverone.
Il 17 Maggio 1990 è il giorno in cui l’Organizzazione mondiale della Sanità ha rimosso dall’elenco delle malattie mentali l’omosessualità: da allora sono passati 26 anni e c’è chi ancora pensa che l’omosessualità sia una malattia (a quanto pare contagiosa) e chi ne sia affetto non abbia diritti né doveri o, nei casi peggiori, la dignità di essere umano.
In questa amarezza ho voluto dedicare un dolcetto in cui non ho lesinato con lo zucchero: una bomba leggera nella consistenza, frizzante e colorata.

Abbinatelo a una bella tazza di Darjeeling, che con le sue leggere note tanniche ben sostiene la dolcezza di queste tortine.

Alba propone in abbinamento un A.A. Gewurztraminer Passito, vino dolce ma non stucchevole, cremoso, sapido e puntellato da percezioni agrumate.

Valeria

DSCN5347

Continua a leggere Piccole angel food con glassa agli agrumi e codette

Krapfen al forno

Non storcete subito il naso…lo so che i krapfen vanno libidinosamente fritti ma io sono affezionata a questa versione più leggera e altrettanto soffice.

Dunque weekend all’insegna di una cosuccia golosa al risveglio ma in versione “prova costume”.

Affondare in queste piccole delizie e sporcarsi il viso con lo zucchero a velo ha in sé qualcosa che assomiglia a un istante di tenerezza.

Potreste riempire questi soffici panetti di origine austriaca con crema pasticcera adoperando una siringa per dolci oppure spalmarli di crema al cacao e nocciole o gustarli con una strepitosa crema al pistacchio…mmm che bontà!

Se siete dell’idea di trasformarli in un dessert, vi suggerisco di spalmarli ben bene con la confettura di albicocche e di accompagnare con un calice di Alto Adige Gewurztraminer Passito, vino dolce, rotondo, abbastanza morbido ma bilanciato da una buona spinta di freschezza e mineralità.

Valeria propone di abbinare questa golosa pasta ad un Nuwara Eliya OP, tè nero dello Sri Lanka che ben si sposa alle ricche colazioni magari accompagnando il tutto con della deliziosa marmellata.

Alba

P1040292 kra

Ingredienti per 24 pezzi
Continua a leggere Krapfen al forno

Passione Rivelata – cupcake

Un dolce simbolico e, perché no, malizioso: volendo potreste usarlo per una dichiarazione di amore passionale assieme a il classico mazzo di rose rosse.

E poi è un dolce strano ed esotico che rompe gli schemi e fa sprofondare le papille gustative in un turbinio di sensazioni quasi erotiche, per poi risalire, esplodere direttamente al centro del sistema nervoso e così far perdere un po’ la testa.
Lo zafferano è una spezia afrodisiaca, la mandorla richiama il dolce segreto racchiuso tra due labbra, la rosa è passionale e profondamente femminile, infine il cioccolato scivola burroso in bocca riempiendo i sensi.

Passione Rivelata - Foto di Lacelli Simona
Passione Rivelata – Foto di Lacelli Simona

Abbiamo scelto questo dolcetto per il nostro debutto e per il compleanno di StregaTe perché volevamo corteggiarvi e conquistarvi: rimanere impressi come una ossessione passionale.

A discapito di quello che si possa pensare credo che un tè verde di carattere come il Chun Mee sia la scelta migliore come abbinamento all’intensa aromaticità del cupcake: in questo caso servitelo dolce ed intenso e, se mi posso permettere, magari addizionato dell’aroma più gradito al vostro lui o lei da conquistare.
Preparate il liquore in un bicchiere di vetro e fate cadere al suo interno pochi pistilli di zafferano o qualche mandorla pralinata o ancora dei petali di rosa rossa commestibile.

Alba propone in abbinamento con questo dolce dall’importante profilo aromatico un Alto Adige Gewurztraminer passito, vino dolce, vellutato giustamente sostenuto da una piacevole freschezza e da una scia minerale.

Valeria

Passione Rivelata Continua a leggere Passione Rivelata – cupcake