Pesto di fave e menta con pane al pecorino e maggiorana

L’accoppiata fave&pecorino, ma anche fave&salame è un must di questa stagione e non potevo esimermi dal presentarvi una declinazione speciale perfetta per un aperitivo pasquale in attesa del pranzo.

Il pesto di fave, in Liguria, è anche detto Marò probabilmente dal suo essere uno dei condimenti preferiti dai marinai e proprio al Marò mi sono ispirata per questa salsa in cui intingere un aromatico pane al formaggio.

La menta e la maggiorana sono facilmente coltivabili su un terrazzino, specie la menta che richiede solo un po’ di ombra e di acqua e ripaga con migliaia di foglie intensamente profumate.

Abbinate il tutto a un bicchiere di Darjeeling Silver Green servito freddo.

Alba consiglia in abbinamento un Frascati Superiore, vino bianco dai piacevolissimi ritorni aromatici, fresco, minerale, espressione della tipica sapidità territoriale.

Valeria

Continua a leggere Pesto di fave e menta con pane al pecorino e maggiorana

Filetti di spigola all’arancia con salsa aioli

 

La salsa aioli, con la sua forte marcatura d’aglio, è tipica della Provenza. Accompagna non solo il pesce ma anche le uova, il pane con le olive, le verdure e la carne arrostita.

Per me però è intrisa di richiami e di sapori legati ai viaggi in Catalogna, in Andalusia, nella Castiglia dove immancabilmente mi veniva servita tra le tapas insieme alle patate (y col tinto de verano), ma questo lo scrivo sottovoce perché molti miei colleghi sommelier potrebbero storcere il naso 🙂

Manca solo una settimana al saggio di flamenco e ho pensato di evocare el duende (lo spirito che dà la forza interpretativa) giocando con questo richiamo alle serate intense ma spensierate passate por la corredera de Cordoba o tra le cantine di Jerez de la Frontera.

Per il resto ho trovato due spigole di Anzio freschissime al banco del pesce nel mercatino di San Lorenzo ed ho approfittato per farmele sfilettare.

Il tocco esotico è infine dato dai semi di senape rossi scovati in una bottega equo e solidale.

Pestati e messi a contatto con un liquido acidulo (in questo caso il succo d’arancia) sprigionano pienamente il sentore pungente tipico della senape.

Infine, per accompagnare il tutto, ho messo in frigo una bottiglia di Soave Superiore, vino bianco persistente, delicatamente morbido, di buona freschezza e nuance sapida.

Per l’intensa aromaticità della salsa ed il gusto fresco del pesce, Valeria suggerisce il famosissimo Gunpowder, tè verde cinese dal gusto forte e intenso.

Alba

 

filetti di spigola all'arancia in salsa aioli
filetti di spigola all’arancia in salsa aioli

Ingredienti per 4 persone Continua a leggere Filetti di spigola all’arancia con salsa aioli

Insalata calda di patate e fagiolini

Quando si pensa all’insalata viene in mente qualcosa di fresco ed estivo, mentre se si pensa all’insalata di patate viene in mente un pastone ipercalorico tenuto insieme dalla maionese: nulla di tutto ciò!

L’insalata che vi propongo è calda ed avvolgente condita con una vinaigrette dal sapore esotico grazie all’olio di semi di sesamo.

Mi rendo conto anche che alcuni degli ingredienti non siano facili da trovare, ma in un buon negozio BIO o etnico riuscirete a far la spesa in tutta tranquillità.

Le sostituzioni poi sono all’ordine del giorno in un mondo in cui va tutto veramente veloce, quindi se proprio non riuscite a fare il brodo e dovete affidarvi al “dado” almeno sceglietene uno BIO e senza glutammato monosodico aggiunto, se pulire i fagiolini vi è difficoltoso cercate nella sezione surgelati i fagiolini fini e via discorrendo.

A questo piatto abbino uno Yunnan verde, tè cinese dalla personalità forte che ben sorregge l’aromaticità della salsa.

Alba propone un Alto Adige Kerner, vino bianco fresco e pieno, di discreta morbidezza e buona sapidità.

Valeria

DSCN4862 Continua a leggere Insalata calda di patate e fagiolini

Una pavlova ai frutti di bosco per i miei 33 anni

Il 25 Luglio è stato il mio compleanno: 33 anni e tanta voglia!

Voglia di uscire dal nido in cui, purtroppo, molti over 30 sono ancora intrappolati da quel non essere “più giovani”, ma senza un soldo in tasca; voglia di far vedere il valore e la professionalità a chi non ci crede; voglia di fare, prima che la fiamma si estingui.
E così pensando al futuro, ma anche al presente ho voluto proporre ai miei amici (e a tutti voi) una torta diversa: qualcosa che sapesse di sapori lontani e vicini allo stesso tempo.

Ho scelto una pavlova, dolce originario dell’emisfero australe, usando però frutti di bosco nostrani e un tocco di cioccolato.
Panna, meringa e cioccolato mi fan pensare ad una tazza fumante natalizia, ma questa sua versione “estiva” è altrettanto golosa: specie per la consistenza da marshmallow dell’interno del guscio!

mini-pavloveVolendo si può personalizzare la pavlova in mille modi diversi: ad esempio, in un’altra occasione, ho preparato delle mini-pavlove con crema diplomatica e pesche, fragole e fichi con i lamponi.

Abbino a questo dolce un infuso senza teina a base di Rooibos: il Violette in Love.

Alba invece propone un Alto Adige Moscato Rosa, un vino dolce, aromatico ben equilibrato da una buona freschezza.

Valeria

pavlova 33 Continua a leggere Una pavlova ai frutti di bosco per i miei 33 anni