Uova in camicia con carciofi alla mentuccia

Tutti credono di saper cucinare almeno un uovo.

Si fa presto a pensare che sia semplice ma un ripasso alle tecniche di cottura di base non guasta.

L’uovo è uno degli alimenti più elementari ma completi, per questo così prezioso.

Oltretutto è versatile e crea, se sapientemente mixato ad altri ingredienti, dei piatti irresistibili.

Oggi ho scelto di affiancarlo ad un contorno di carciofi aromatizzati con la mentuccia, un classico della cucina romana.

L’uovo in camicia (o affogato) prevede una cottura priva di aggiunta di grassi ed è goloso anche solo con una bella fetta di pane croccante.

Le uova in camicia sono ottime anche con verdure primaverili (piselli, fave, asparagi) saltate nel burro oppure servite per il brunch con crostini tostati o pan brioche salato arricchiti con fette di salmone affumicato, prosciutto cotto o fette di pomodori rosolate nel burro, salate e condite con un trito di erba cipollina.

Suggerisco di gustare questo piatto con un calice di Frascati Superiore, vino bianco dall’assaggio stuzzicante e succoso, sostenuto da una verve fresca e da un’incisiva ma soave nota sapida.

Valeria propone in abbinamento una tazza di tè alla menta, dal gusto intenso e fresco che riprende le note del piatto.

Alba

SONY DSC
uova in camicia con carciofi alla mentuccia

Ingredienti Continua a leggere Uova in camicia con carciofi alla mentuccia

La ricetta di un burger vegetariano per un #Planet5050 by 2030

Eccoci di nuovo alla nostra consueta ricetta “in rosa” per la Festa della Donna, uno spazio in cui lasciamo un po’ da parte l’aspetto prettamente culinario per parlare di un argomento che il più delle volte viene preso sottogamba gli altri 364 giorni e che molte delle pratiche quotidiane a cui siamo abituate non fanno che inasprire: la discriminazione e l’uguaglianza di genere.

Le donne hanno diritto al pieno e uguale godimento di tutti i loro diritti umani e di essere libere da ogni forma di discriminazione. Tuttavia, la discriminazione nei confronti delle donne persiste in molte aree, direttamente e indirettamente, attraverso le leggi, le politiche, le norme sociali, le pratiche e gli stereotipi di genere. L’uguaglianza di genere di fronte alla legge non significa necessariamente che le donne in pratica hanno pari opportunità.

Questa infografica delle Nazioni Unite dà un’occhiata più da vicino alle varie forme di discriminazione che le donne devono affrontare nel mondo (quindi anche da noi).
Infographic: Human rights of women

Mentre questa ci dà l’idea che l’uguaglianza di genere è ancora lontana.
Infographic: Gender equality – Where are we today?

La ricetta di oggi è volutamente “maschile” nell’aspetto, in quell’ottica in cui si vuole i pub e le paninoteche frequentate da uomini, “violenta” per quel coltello piantato come se nulla fosse ed “eccessiva” per quell’idea che le donne non possono e non devono mangiare, ma il tutto è in versione vegetariana… quasi un affronto allo stereotipo; gli ingredienti usati vengono quasi tutti da imprese femminili, dal commercio equo-solidale e dal BIO (per identificare le imprese femminili rivolgetevi ai commercianti o alla camera di commercio).

La ricetta della polpetta di barbabietola è tratta dritta dritta da Clea, autrice del blog Clea Cuisine.

Gli ingredienti sono per 6 panini, numero ideale da dividere tra amiche e amici o tra parenti, in una convivialità che esige l’aiuto in cucina, la condivisione e la discussione. Da bere potreste scegliere la classica birra Porter, o una tazza di Kukicha tostato, tè giapponese dal gusto forte e dolciastro con una delicata nota di caffè che ricorda il cioccolato fondente o , come consiglia Alba in abbinamento, un Sannio Falanghina, vino bianco dall’assaggio fresco, scorrevole e sapido in chiusura.

Valeria

veggie burger violence

Continua a leggere La ricetta di un burger vegetariano per un #Planet5050 by 2030