Fusilloni semintegrali al forno in besciamella al radicchio variegato e porro

Si intende radicchio variegato un radicchio verde con straordinarie sfumature o macchie rosse, famosissimo quello di Castelfranco che assomiglia a una grande rosa.
Il variegato ha un gusto meno amarognolo del fratello rosso e molto più delicato sposandosi alla perfezione con sapori dolci come quello della besciamella e dei latticini in genere o affettato e consumato crudo.

L’idea della pasta al forno è nata dal freddo ancora glaciale che in questi giorni ci sta sferzando e dalla voglia di verdure di stagione facilmente recuperabili sul banco dell’orto frutta.

Accompagnate il piatto con una tazza di Yunnan verde, tè cinese dai rimandi vegetali e minerali.

Alba consiglia in abbinamento un Alto Adige Chardonnay, vino dal sorso sontuoso, morbido e caldo, con la giusta acidità a bilanciare. Scia sapida e speziata.

Valeria

Ingredienti per 2-3 persone

  • 180g di fusilloni semintegrali di grano duro
  • 40g di porro
  • 120g di Radicchio variegato
  • 20g di farina
  • 20g di burro
  • 400ml di latte
  • 100g di grana padano grattugiato
  • timo
  • sale
  • pepe

Preparate la pentola d’acqua per cuocere la pasta.

Lavate e asciugate il radicchio e il porro. Tagliate entrambi a julienne.

In una padella ampia fate sciogliere il burro e rosolateci le verdure. Unite la farina e amalgamate il tutto a fuoco dolce per formare una specie di roux bianco alle verdure. Toglietelo dal fuoco.

Scaldate il latte portandolo quasi a bollore e versatelo sul roux alle verdure: mescolate attentamente per non formare grumi.

Riportate la salsa sul fuoco vivace e portate a bollore, poi abbassate la fiamma e cuocete per 5 minuti sempre mescolando.

Insaporite con sale, pepe e timo.

Intanto cuocete la pasta in acqua salata, scolandola al dente.

Preriscaldate il forno a 200°C.

Unite alla besciamella alle verdure, il grana e la pasta cotta: amalgamate.

Versate il composto in una teglia imburrata (volendo si può cospargere la superficie della pasta con ulteriore grana e fiocchetti di burro) e infornatela giusto il tempo di far dorare la superficie.

Servitela calda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...