Pasqua 2017 e il nostro menù al profumo di erbe aromatiche

Provate a immaginare un pranzo di Pasqua all’aperto in giardino o in terrazzo, la tavola decorata coi fiori di campo o coi mazzetti di lavanda e la tovaglia bianca col bordo di pizzo.

Per ricreare questo mood fresco, leggero e con un tocco di eleganza abbiamo pensato a un menù che celebra l’aromaticità di quelle piante che con tanta cura coltiviamo sui balconi o in piena terra.

Poche sono le cose che creano così tanta meraviglia come vedere spuntare un germoglio appena nato e del resto siamo in piena rivincita della terra: coltivo dunque sono.

La gran parte delle piante aromatiche che trionfano sui terrazzi in Italia sono di origine mediterranea e quindi amano l’esposizione al sole, al caldo e alla luce, condizioni queste che favoriscono la concentrazione delle essenze aromatiche.

In cucina, alcune piante esprimono il meglio quando vengono aggiunte crude o dopo breve cottura.

Il basilico, la borragine, la menta, le nepitella, il prezzemolo, l’aneto, il dragoncello e l’erba cipollina ad esempio sono definite essenze aromatiche fragili, hanno foglie morbide che appena colte vanno maneggiate il meno possibile.

Per contro, appartengono ad un altra categoria le essenze aromatiche robuste come l’alloro, la salvia, il timo, la maggiorana, il finocchio selvatico e il rosmarino, piante che sopportano bene il calore della cottura che ne esalta al meglio le caratteristiche aromatiche.

Ma le sostanze aromatiche non sono sempre concentrate nelle foglie: nel pepe, nel coriandolo, nel ginepro, nell’anice, gli aromi sono rintracciabili soprattutto nei semi.

Non sottovalutate anche l’aspetto decorativo delle piante aromatiche e officinali: spesso sono così belle da non temere di sfigurare accanto alle piante ornamentali. Con un po’ di senso estetico e di fantasia, potreste arricchire non solo i vostri piatti, ma anche la tavola realizzando ad esempio i segnaposto con un rametto di rosmarino o dei mazzolini di altre erbe legati con un semplice nastro di raso a cui aggiungerete un piccolo cartoncino col nome del commensale.

Alba e Valeria

Foto scatta presso l’Officina Botanica Azienda agricola DELLA GUARDIA – Colleferro

Aperitivo: Pesto di fave e menta con pane al pecorino e maggiorana

Antipasto : Cheesecake di pisellini con gocce di zabaione al parmigiano e prezzemolo

Primo piatto: Pansoti con borragine alla salsa di noci

Secondo piatto: Spezzattino all’antica con l’issopo

Contorno: Insalata mista con cuori di carciofo marinati, punte di asparagi e viole del pensiero

Dolce: Sfoglia con mousse di ricotta e agrumi con cedro candito profumata al basilico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...