Gumbo vegetariano

Con l’inizio della settimana di carnevale ho voluto proporvi un piatto tipico, anzi simbolo, della Louisiana che viene preparato in particolar modo durante le festività del Martedì Grasso: il gumbo!
Complice anche il fatto che sono riuscita a trovare dell’okra! Talmente contenta del mio acquisto, mi sono diretta verso casa non pensando che in effetti non avevo né carne, né pesce per preparare un tipico gumbo sia che avessi usato la ricetta creola che quella cajun, ma dal frigo mi salutava orgoglioso e festoso del tofu affumicato e quindi eccolo: un gumbo vegetariano! (ed è venuto anche buono!)

Il gumbo è una specie di stufato molto denso che viene servito solitamente assieme a del riso o, se la si preferisce, con una bella insalata di patate alla “vecchia maniera del Sud!” (inteso sempre quello degli Stati Uniti!). Se ne ritrovano le tracce nella cucina del 18° secolo e si pensa che possa essere nato (e via via sviluppato) dalla commistione di ricette e tradizioni derivate dal crogiolo di culture che era la Louisiana. Francesi, spagnoli, italiani, tedeschi, indiani d’america e africani hanno un collegamento nel gumbo: ad esempio la base addensante è costituita dal roux, mentre lo stesso nome “gumbo” potrebbe derivare dal modo in cui gli schiavi africani chiamavano l’okra.
Anche l’okra in sé per sé è un addensante grazie all’alto valore di mucillagini presenti al suo interno e che sopperiscono al fatto che il roux bruno ha perso parte del suo potere.

La relazione tra gumbo e carnevale è iniziata ad opera delle comunità francesi, dove ha ancora un ruolo fondamentale nella questua e nei festeggiamenti del Martedì Grasso.

Una curiosità: qualche tempo fa la Disney pubblicò il video di un “gumbo sano” dove rientravano fra gli ingredienti anche il cavolo nero e la quinoa al posto del riso. CI FU UNA RIVOLUZIONE TRA GLI AMANTI DEL GUMBO! Tanto che si possono trovare in rete ancora i video di protesta.
Io l’ho fatto con il tofu, quindi credo mi dovrò aspettare un picchettaggio con i forconi e le fiaccole! XD

A voler essere precisi esiste un gumbo tradizionale vegetariano ed è il Gumbo Z’herbes. Nelle regioni della Louisiana ad alta concentrazione di cattolici (come la regione francese Acadiana) ci si ritrovò a dover fronteggiare il “problema” culinario della Quaresima: così venne inventato un gumbo a base sì di roux, brodo e spezie, ma arricchito da una buona quantità di verdure.

A New Orleans il tè va servito dolce e ghiacciato: è una tradizione e una necessità visto il caldo! Ma in questa stagione potreste anche fare una eccezione con una buona tazza di Keemun che con le sue note legnose ben si abbina al gusto affumicato e nocciolato del piatto.

Alba propone in abbinamento un Roero Arneis, vino bianco dal sorso scorrevole, la morbidezza è ben bilanciata dalla freschezza e dal carattere sapido.

Valeria

dscn6037

Ingredienti per 6 persone

  • 300g di okra (fresca o in scatola)
  • 425g di pomodori pelati
  • 1 grossa cipolla
  • 1 peperone verde
  • 2 coste di sedano
  • 2 spicchi di aglio
  • 60g di burro
  • 500ml di brodo vegetale
  • 600g di tofu affumicato
  • 2 foglie di alloro
  • 2 grani di pepe garofanato in polvere
  • 60ml di roux bruno
  • 2 cucchiaini del mix di spezie
  • sale
  • pepe
  • salsa Tabasco per servire

Mix di spezie

  • 1 cucchiaio di aglio in polvere
  • 1 cucchiaio di cipolla in polvere
  • 2 cucchiaini di pepe bianco
  • 2 cucchiaini di pepe nero macinato
  • 1 cucchiaino di pepe di Caienna
  • 2 cucchiaini di timo essiccato
  • mezzo cucchiaino di origano essiccato

Se non l’avete già fatto preparate il roux bruno seguendo la nostra ricetta QUI. Molto del tempo andrà via per ottenere un roux degno del suo nome! 😉
In caso voleste un roux vegano sostituite il burro con l’olio.

Se avete trovato dell’okra in scatola basterà sgocciolarla e sciacquarla dal liquido di governo, se invece avete quella fresca vi consiglio di cimarla (senza però tagliare via il picciolo), sfregarla con del sale per eliminare gli eventuali peletti, lavarla e asciugarla.
(In teoria esiste anche l’okra surgelata già pulita e tagliata a rondelle, ma io non l’ho mai vista!)

Preparate un soffritto con il burro, la cipolla, il peperone, il sedano e l’aglio. Unite il tofu tagliato a cubetti e rosolatelo bene. Quando le verdure saranno tenere, aggiungete i pomodori e l’okra. Fate cuocere per circa 15-20 minuti a fuoco dolce e a pentola coperta.

Passato il tempo, schiacciate i pomodori rimasti interi e unite il mix di spezie, l’alloro e il pepe garofanato. Infine il roux.

Cuocete mescolando per amalgamare i sapori per almeno 2 minuti.

Infine allungate con il brodo.

Mescolate e lasciate sobbollire per altri 15 minuti o finché la salsa non si sarà ben addensata.

Regolare di sale e pepe.

Servite il gumbo accompagnandolo con riso a grana lunga e salsa Tabasco per renderlo piccante.

3 thoughts on “Gumbo vegetariano

    1. Quanto è vero! Sembra che non si riesca ormai ad ambientare un film a New Orleans senza che non ci sia il carnevale di mezzo. Forse perché i preparativi iniziano subito dopo l’ Epifania, ma il protagonista ci finisce sempre in mezzo! XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...