Pops al salmone e caprino con zenzero e avocado

Un antipasto freddo e un cocktail d’antan per innamorarsi ai primi assaggi.
Questa è la mia proposta ispirata a due incantevoli pellicole cinematografiche assai diverse e ben distanti temporalmente di quasi sessant’anni.
La prima è Casablanca, un’autentica pietra miliare consegnata alla leggenda del cinema di tutti i tempi. Un film che travolge e porta lontano.
Sono numerose le scene memorabili in cui il tenebroso Rick, interpretato da Humphrey Bogart, e Ilssa, una bellissima Ingrid Bergman in stato di grazia, si scambiano sguardi languidi con una coppa di champagne in mano.
Del resto la bottiglia di Veuve Clicquot 1926 divenne celebre proprio grazie a queste inquadrature.
E allora come potevo non includere un flute di Cocktail Champagne in questo menù ad alto tasso di romanticismo? Basterà l’effervescenza delle bollicine per sentire la testa leggera e per riscoprirsi amanti proprio come Rick e Ilssa già in un solo sorso.
Il Cocktail Champagne ha un profilo elegante ed essenziale ed accompagna molto bene gli aperitivi.
Pare sia comparso nel 1889 quando in una competizione tra giornalisti newyorkesi un certo John Dougherty vinse ideando proprio questa miscela così raffinata.
Tuttavia anche i francesi ne rivendicano l’origine collocandola nei primi anni 30 e nell’abitudine al consumo di champagne anche addizionato con cognac, che del resto è un celebre distillato francese.

Ma cambiamo set e passiamo al secondo film.
Si tratta di Pane e Tulipani di Silvio Soldini, un film lontano dai canoni della commedia all’italiana, forse un film dal gusto francese.
Licia Maglietta interpreta Rosalba, una casalinga che durante una tristissima gita tra compaesani, si ritrova in fuga dal suo ruolo di moglie e madre e dal suo sistema di abitudini.
Lo scenario della fuga è una Venezia poco turistica, mentre la sua attenzione amorosa ed amorevole è tutta rivolta al misterioso cameriere Fernando interpretato da Bruno Ganz, che le offrirà ospitalità a casa sua, una ricca colazione e una lettera gentile.
Dopo un primo smarrimento, Rosalba offrirà a se stessa una chance per scoprirsi capace di essere qualcos’altro, di mostrare dei talenti, di sentire la tenerezza dell’amicizia, di lavorare fuori dall’ambito domestico.
Fernando e Rosalba si incontrano per la prima volta proprio nel ristorante dove lui le spiegherà, col suo italiano aulico, di trovarsi “nella spiacevole situazione di poterle offrire solo piatti freddi”.
Così ho pensato che per ricreare la magia del primo incontro sarebbe stato opportuno un antipasto freddo, servito in modo gioioso e colorato che lasci un buon sapore e che sorprenda un po’ proprio come il tratto di trasognata svagatezza che rapisce per tutta la durata della scena.

Anche Valeria suggerisce di abbinare a questo stuzzichino un flute di chamapagne, ma ravvivato dalla verde nota del Matcha, in un cocktail diverso e fusion.

Alba

wp-1486852432044.jpeg

Ingredienti per il Cocktail champagne

  • 9/10 di champagne
  • 1/10 di Grand Marnier Cordon Rouge
  • 2 gocce di angostura
  • ½ zolletta di zucchero
  • scorza d’arancia

Spruzzate la mezza zolletta di zucchero con le gocce di angostura. Adagiatela in un flute, aggiungete il cognac e poi versate lo champagne.
Date una piccola mescolata con un bar spoon e decorate con la scorza d’arancia.

p_20170212_141746_1.jpgIngredienti per il Matcha champagne cocktail

  • 90ml di champagne
  • 5ml di sciroppo di Matcha
  • 2 gocce di angostura
  • 1 lime
  • 1 ciliegia al maraschino
  • 1 mela Granny Smith

Ricavate dal lime la scorza per la decorazione e poi spremetelo.
Lavate e asciugate la mela. Tagliatela a spicchi sottili e irroratela con il succo per non farla annerire.
Versate lo sciroppo di Matcha nel flute, aggiungete le gocce di angostura, lo champagne e uno spruzzo di succo di lime.
Decorate con la scorza di lime, le fettine di mela e la ciliegia.

Ingredienti per i pops

  • 100 grammi di salmone affumicato
  • 100 grammi di caprino fresco
  • 100 grammi di polpa di avocado
  • 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • scorza di 1 limone non trattato
  • erba cipollina
  • uova di lompo
  • pepe

Lavorate con una forchetta il formaggio fresco e la polpa di avocado con lo zenzero in polvere.
Unite l’olio, la scorza del limone, un pizzico di pepe ed amalgamate bene il tutto.
Lasciate riposare il composto in frigo, coperto con la pellicola trasparente, per circa un’ora in modo che si rassodi.
A questo punto formate delle pallotte e avvolgete ciascuna con una fettina sottile di salmone.
Rotolate le pallotte tra le mani in modo da far aderire bene e conferire rotondità.
Sminuzzate l’erba cipollina e mescolatela con le uova di lompo.
Cospargete questo mix sulla sommità di ogni pallotta che disporrete su un piatto da portata o su un grazioso vassoio.
Infilate un bastoncino in ogni pallotta e conservate al fresco.
Al momento di servire togliete dal frigo con qualche minuto di anticipo.

Un pensiero su “Pops al salmone e caprino con zenzero e avocado

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...