Calamarata con puntarelle e bottarga

Le puntarelle fanno parte di una grande famiglia quella della cicoria e altro non sono che i germogli della catalogna. Nel panorama gastronomico romano, le puntarelle si prestano solitamente come ingrediente di base per una gustosissima insalata condita con aglio, acciughe e un’emulsione di olio, sale e pepe.

Nella ricetta che vi propongo oggi, questo meraviglioso ortaggio viene ripassato in padella per addolcirne il tratto amarognolo in modo tale da rendere appetitoso l’abbinamento con la bottarga, mentre la cremosità della pasta lega tutto e attenua la presenza stuzzicante del peperoncino.

Il formato di pasta che ho scelto si chiama “calamarata”, appartiene alla trafila dei Paccheri e deve il suo nome appunto alla somiglianza con gli anelli di calamaro.

Infine voglio ricordarvi una piccola accortezza: la bottarga di tonno ha un sapore più intenso rispetto a quella di muggine, quindi cercate di dosare con oculatezza il sale che aggiungerete alla pasta e alle verdure saltate.

Suggerisco in abbinamento un Frascati Superiore, vino bianco dal sorso che appaga per freschezza e salinità.

Valeria suggerisce un Sencha Kagoshima, tè giapponese dal retrogusto dolce che ben si abbina sia al carattere marino che vegetale del piatto.

Alba

calamarata-con-puntarelle-e-bottarga

Ingredienti

  • 180 grammi di calamarata
  • 1 mazzetto di puntarelle
  • 20 grammi di bottarga di tonno
  • 2 acciughe sott’olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • peperoncino
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

Lavate e mondate le puntarelle, poi tagliatele a striscioline.

In una padella ampia versate un filo d’olio, fate imbiondire l’aglio e lasciate sfaldare i filetti di alici.

A questo punto aggiungete il peperoncino e le puntarelle, unite il sale, mescolate, versate 2 cucchiai d’acqua e fate cuocere a fuoco lento col coperchio per circa 15 minuti fino a quando le verdure non saranno tenere.

Nel frattempo private la bottarga della pellicina e grattugiatela.

Cuocete la pasta in acqua bollente salata, poi scolatela al dente lasciando un paio di cucchiai d’acqua di cottura e saltatela nella padella con le puntarelle insieme alla bottarga.

Servite la calamarata aggiungendo sui singoli piatti altra bottarga grattugiata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...