Aloo Tikki – Polpette indiane di patate

L’autunno è per eccellenza la stagione di quei tesori sotterranei che si rivelano solo a chi li cerca, è la stagione dei tuberi, è il momento in cui l’aperitivo si trasforma in un momento più intimo e conviviale con le persone più vicine.

Proprio perché avevo voglia di un aperitivo “caldo” e avendo delle ottime patate a disposizione ho preparato queste polpette ravvivate da una intensa sferzata di spezie indiane: le aloo tikki.

Stuzzichino diffusissimo in tutta l’India le aloo tikki cambiano leggermente da regione a regione includendo o escludendo non solo alcuni tipi di spezie, ma anche degli ingredienti: le aloo tikki con aggiunta di piselli e paneer (tipico formaggio fresco indiano) sono molto apprezzate anche dai foodblogger italiani.

La ricetta che vi propongo oggi è vegana e senza glutine visto che non ho utilizzato nè uova, nè pane, ma se volete mangiare qualcosa di diverso e non seguite una dieta particolare, provate a preparare gli aloo tikki con l’aggiunta di piselli, impanateli nel pangrattato, friggeteli e serviteli come un hamburger all’interno di un panino con pomodori, cipolle e maionese al pomodoro (ed ecco il McAloo Tikki™).

Un appunto ancora sulle spezie utilizzate:

  • normalmente all’impasto andrebbe aggiunto un cucchiaio di foglie di coriandolo tritate, ma non piacendo al mio ragazzo le ho eliminate: potete decidere di reintrodurle, sostituirle con del prezzemolo o della menta o lasciare il tutto così com’è;
  • queste polpette hanno un gusto “mediterraneo” grazie all’utilizzo della scorza di limone ricavata dallo stesso limone dal quale ho spremuto il succo. In realtà bisognerebbe utilizzare una potente spezia denominata Amchur (polvere di mango essiccato) che dona all’impasto un gusto fruttato e agrodolce, ma che è difficilissima da trovare in Italia. In caso trovaste un mix di spezie chiamato “chaat masala”, in cui l’amchur è presente potete eliminare la scorza di limone e aggiungerne mezzo cucchiaino;
  • infine il sale: per avere un sapore simile all’originale ho voluto usare del sale rosa himalayano, ma se siete dei “vegani nostalgici” potreste usare il sale nero “Kala Namak”. Decisamente più difficile da trovare di quello rosa (che ricordo “sala meno”), il Kala Namak è un sale indiano lavorato con l’aggiunta di minime porzioni di erbe e che, grazie al suo contenuto di elementi simili allo zolfo, emana il classico odore di uova: utile per chi volesse sentirne il gusto nelle polpette!

La salsa non è altro che un frullato di menta e spezie a base d’acqua che ben contrasta l’unto delle polpette: non abbiate remore a intingere le aloo tikki in questa sorta di chutney.

Abbinate questo delizioso stuzzichino a una tazza di Darjeeling First Flush, che con le sue note fresche ben si sposa con il complesso aroma delle polpette e della salsa.

Alba propone in abbinamento un Valdobbiadene Prosecco Superiore extra dry dal sorso morbido e invitante e dalla grana fine ed elegante. Lunga la persistenza che sfuma in aromi di agrumi e di erbe aromatiche.

Valeria

p_20161007_182044_1.jpg

Ingredienti per 12 Tikki:

  • 600g di patate
  • 1 cucchiaino di paprika forte
  • 1 cucchaino colmo di semi di coriandolo in polvere
  • 1 cucchiaino colmo di semi di cumino in polvere
  • 1/2 cucchiaino (abbondante) di zenzero in polvere
  • 1/2 cucchiaino di scorza grattugiata di limone non trattato
  • 4 cucchiai di amido di mais
  • sale (Rosa dell’Himalaya o Nero “Kala Namak”)
  • pepe nero
  • olio per friggere

Ingredienti per la salsa:

  • Un mazzolino di menta fresca
  • 1,5cm di radice di zenzero fresca
  • 1 peperoncino verde fresco (o a piacere)
  • 2 cucchiaini da tè di succo di limone
  • 1/2 cucchiaino di semi di cumino in polvere
  • sale (Rosa dell’Himalaya o Nero “Kala Namak”)

Preparate le polpette. Lavate accuratamente le patate senza sbucciarle, mettetele intere in una pentola e ricopritele di acqua: cuocetele finché non saranno tenere.
A fine cottura, scolatele, sbucciatele e passatele con lo schiacciapatate. Lasciatele raffreddare completamente.
Amalgamate alle patate fredde l’amido e tutte le spezie, regolando di sale e pepe nero.

Fate scaldare in una padella antiaderente un paio di cucchiai di olio.

Ungendovi preventivamente le mani con un goccio di olio, formate dall’impasto 12 polpette simili a piccoli hamburger.
Dorate le polpette in padella rigirandole molto delicatamente con una paletta.

Preparate la salsa. In un blender unite le foglie di menta lavate, la radice di zenzero sbucciata, il peperoncino privo dei semi e dei filamenti interni nella quantità desiderata, il succo di limone, il cumino e due cucchiai di acqua. Frullate fino ad avere una salsa omogenea, aggiungendo se è necessario un po’ d’acqua. Regolate di sale.

Servite le polpette di patate ben calde con una ciotolina di salsa dove intingerle.

Un pensiero su “Aloo Tikki – Polpette indiane di patate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...