Gramigna con il sugo di salsiccia

4 Ottobre, San Francesco d’Assisi patrono d’Italia: ai tempi di mia madre non si andava a scuola! 🙂 Beh, è anche il santo patrono di Massa, quindi lì è ancora festa! 😉

4 Ottobre, San Petronio patrono di Bologna: forse la festa più sentita della città, tanto da esserci celebrazioni per più giorni chiamate “Petroniane”.

4 Ottobre, compleanno del gatto di Alba! 😀

p_20161003_143211_1.jpgPer festeggiare questo giorno ho deciso di preparare una ricetta tipicamente emilana, semplice, ma decisamente ricca: la “Gramaggna e susézza” ovvero la gramigna con la salsiccia.
La gramigna è un formato di pasta all’uovo tipicamente emiliana che non è poi così difficile trovare anche in altre regioni, sia fresca che secca: assomiglia a un corto bucatino attorcigliato ed è servito con la salsiccia sia in bianco che in rosso.
In questa occasione vi propongo la versione al pomodoro, mentre per quella in bianco basta spadellare della cipolla con la salsiccia e condire il tutto con il parmigiano, alcuni aggiungono anche la panna.

Normalmente la salsiccia andrebbe tritata, ma a me piace anche farne delle piccolissime polpette per avere più soddisfazione durante la masticazione.

Un’ultima osservazione: il sugo dev’essere corposo, mai liquido.

Abbinate a questo piatto una tazza di Keemun, tè cinese corposo e dal gusto leggermente affumicato.

Alba propone un abbinamento territoriale, un Sangiovese di Romagna, vino rosso morbido, fresco, piacevole, dai tannini sottili e vellutati con note sapide che chiudono il sorso.

Valeria

p_20161003_151403_1.jpg

Ingredienti per 4 persone

  • 400g di gramigna all’uovo
  • 200g di salsiccia
  • 125ml di vino bianco secco
  • 400g di salsa di pomodoro
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparate il sugo.
Mondate, lavate e tritate finemente la carota, la cipolla e il sedano. In una casseruola scaldate l’olio e fate rosolare le verdure tritate a fuoco lento.
Sbriciolate la salsiccia o formatene delle piccole nocciole. Unite la salsiccia al fondo di verdure e fate rosolare fino a far sciogliere il grasso.
Unite il vino, alzate la fiamma e fate evaporare, facendo attenzione a che non si attacchi.
Quando il vino sarà completamente sfumato, unite la passata di pomodoro, aggiustate di sale e pepe, abbassate la fiamma, e lasciate cuocere il sugo coperto per circa 30 minuti. Mescolate ogni tanto.

Intanto scaldate una pentola di acqua per la pasta. Salate al bollore e cuocete la pasta.

Servite la gramigna condita con il sugo di salsiccia.

3 pensieri su “Gramigna con il sugo di salsiccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...