Coleslaw

La coleslaw non è altro che una insalata di cavolo crudo legata da una ricca salsa.

Negli Stati Uniti è particolarmente apprezzata e le varianti degli ingredienti sia dell’insalata che della salsa sono infinite: la base è formata ovviamente dal cavolo (in questo caso cappuccio) con un po’ di carote per dare colore, a stretto giro si trovano di solito le cipolle, mentre tutti gli altri ingredienti come a esempio il mais sono a discrezione del cuoco. Le salse per legare più famose sono di solito a base di maionese, di latticello o di panna acida, ma nessuno vieta di usare lo yogurt o un condimento più esotico come la salsa di soia.

La coleslaw può essere usata sia come insalata di accompagnamento che come ripieno a sé stante magari di golosi panini. Nell’immaginario collettivo la morte della coleslaw è accanto al pollo fritto così come viene servita in una nota catena di fast-food, ma devo dire che l’ho usata con il pollo alla griglia (o al forno) marinato precedentemente nel limone, aglio e peperoncino e non sfigura per niente.

Provatela accanto a un bel bicchiere di Silver Green, tè verde del Darjeeling che con le sue tipiche note “occidentali” ben sostiene la ricchezza pungente di questo piatto.

Alba suggerisce un calice di Passerina, vino bianco giovane e fresco, piuttosto morbido e con un bouquet dalle note vegetali e di frutta a polpa bianca.

Valeria

DSCN6117

Ingredienti per 4 persone

  • 1/4 di cavolo cappuccio
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla bianca (o 1 cipollotto)

per il condimento

  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 60ml di aceto di mele
  • sale a gusto
  • 120ml di olio extravergine di oliva
  • circa 120g di maionese

Mondate, lavate e asciugate le verdure.

Con un coltello affilato o usando un food processor tagliate il cavolo cappuccio a striscioline sottili, mentre la carota e la cipolla a julienne.

In un piccolo frullatore o in una ciotola aiutandovi con una frusta, emulsionate tutti gli ingredienti della salsa aggiustando di sale e aumentando o diminuendo la dose di maionese per avere una salsa più o meno densa. Il risultato finale comunque dovrebbe essere abbastanza liquido.

Condite l’insalata con la salsa e lasciate macerare in frigo per almeno 4 ore (meglio ancora prepararla il giorno prima).

Servitela fresca.

Un pensiero su “Coleslaw

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...