Burma Baklava

Una leggenda turca narra che nelle dimore ottomane dell’alta società i cuochi preparassero la baklava con ben 100 strati di sottilissime sfoglie di pasta fillo.

Il padrone di casa era solito valutare la qualità del dolce facendo la prova dello spessore con una moneta d’oro; se la moneta scompariva alla vista per finire sul fondo del vassoio, il cuoco aveva il diritto di appropriarsi della moneta.

La baklava è un piccolo gioiello della pasticceria turca diffuso anche in Grecia e nella zona balcanica. Ogni paese ha la sua ricetta che prevede varianti con o senza miele, e sceglie la frutta secca tra noci, nocciole, mandorle o pistacchi.

La versione che ho realizzato mi è stata suggerita da un’amica curda che mi ha proposto di arrotolare la baklava e creare dei burma (twisted) di piccole dimensioni perfetti per il tè del pomeriggio (in Turchia solitamente i dolci non si mangiano alla fine del pasto che si conclude invece con una porzione di frutta).

Il risultato è un incalzante susseguirsi di croccanti strati di pasta fillo che avvolge il palato di dolcezza. Il burro e il miele trattengono la frutta secca e la cannella ne completa il carattere aromatico.

La pasta fillo già pronta vi semplificherà di molto il lavoro.

Una preparazione così strutturata, dolcissima e speziata, richiede un vino con altrettanta personalità e persistenza gusto-olfattiva. Ho scelto un Moscato Passito di Pantelleria dal sorso avvolgente e dolce, rinfrescato da una vibrante nota acida e da un finale sapido di ottima lunghezza.

Valeria suggerisce una tazza di Rooibos al cocco e pistacchio che con le sue note dolci riprende il gusto del piatto rafforzandolo.

Alba

SONY DSC
Burma baklava

Ingredienti

  • 200 grammi di pasta fillo
  • 130 grammi di burro
  • 50 grammi di zucchero
  • 1 cucchiaino raso di cannella
  • 150 grammi di nocciole sgusciate
  • 50 grammi di cocco secco grattugiato
  • 30 grammi di pistacchi

Ingredienti per lo sciroppo

  • 60 ml di acqua
  • 50 grammi di zucchero
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 30 grammi di miele

Prima di tutto scongelate la pasta fillo.

Sminuzzate le nocciole col mixer e mescolatele in una ciotola con 50 grammi di zucchero, 30 grammi di cocco e la cannella in polvere.

Fate fondere dolcemente il burro a bagnomaria.

Adagiate su un foglio di carta forno una sfoglia di pasta fillo, spennellatela col burro fuso, sovrapponete un’altra sfoglia, spennellate col burro e continuate in questo modo fino ad arrivare a tre fogli.

Versateci sopra metà del mix con nocciole, ricoprite con due fogli di pasta fillo sempre spennellati di burro, di nuovo uno strato di frutta secca e per finire altri due fogli di pasta fillo imburrata.

Avvolgete il rotolo su se stesso con cura e attenzione.

Tagliate il rotolo in piccole porzioni e adagiatele in una pirofila foderata con carta forno imburrata.

Cuocete in forno a 170° per circa 30 minuti fino a quando la sfoglia presenterà un bel colore dorato.

Nel frattempo preparate lo sciroppo.

Versate in un pentolino 60 ml di acqua, 50 grammi di zucchero, il succo di limone e portate a ebollizione. Aggiungete anche il miele e lasciate a fuoco dolce per una decina di minuti.

Irrorate la baklava ancora calda con lo sciroppo avendo cura di coprire interamente la superficie.

Distribuite sui dolcetti una manciata di cocco e pistacchi tritati.

Lasciate raffreddare completamente, per alcune ore, prima di servire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...