Frolla ripiena alla crema di caffè

Oggi si fa merenda con un dolcetto semplice e goloso che profuma di caffè.

Per realizzare questo guscio di pasta frolla dal cuore cremoso ho scelto un caffè arabica 100% proveniente dal Nicaragua e certificato Fairtrade.

Il Nicaragua è il più grande Paese del centroamerica e uno dei più interessanti e variegati dal punto di vista naturalistico con una incredibile biodiversità.

Purtroppo è il secondo Paese più povero dell’America Latina dopo Haiti.

La sua economia è prevalentemente ancorata al settore agricolo. Il territorio nicaraguense soffre di una grande vulnerabilità al cambiamento climatico e ai fenomeni naturali come uragani, alluvioni, siccità e terremoti che penalizzano fortemente i piccoli agricoltori per i gravi danni subiti ai raccolti.

Sulle montagne Amerrique, nella parte nord occidentale del Nicaragua, si producono i migliori caffè del mondo e proprio qui diverse cooperative di contadini hanno intrapreso la via del commercio equo aderendo al sistema di certificazione del Fairtrade.

La prospettiva del commercio equo risale agli anni Novanta quando il Paese, appena uscito da una sanguinosa guerra civile, affrontava una pesante crisi economica e sociale.

All’epoca il prezzo del caffè aveva subito un brusco calo, mettendo in ginocchio intere famiglie di coltivatori. Finalmente, grazie alle regole del Fairtrade, i contadini oggi possono godere di un prezzo minimo garantito, evitando di rivolgersi ai commercianti locali che impongono loro dei prezzi assolutamente bassi e inaccetabili.

Inoltre i piccoli produttori possono ora usufruire di programmi di formazione tecnico-agraria che permette maggiori rese delle piantagioni nell’ottica del rispetto dell’ambiente e che limita sensibilmente l’uso di fertilizzanti e concimi chimici.

Last but not least, mentre una parte degli investimenti va direttamente al piccolo produttore ed è improntata al miglioramento dell’azienda, un’altra parte è disponibile per attività e risorse finalizzate allo sviluppo della comunità: formazione, interventi sociali, microcredito per le donne.

Insomma quando acquistate un pacco di caffè siate consapevoli!

Se ad una fumante tazza di caffè preferite un calice di vino, suggerisco in abbinamento un Passito di Pantelleria, vino dall’attacco dolce e avvolgente, sostenuto da una decisa spalla acida e da una gradevole mineralità di fondo.

Alba

SONY DSC

Ingredienti per la frolla

  • 300 grammi di farina
  • 100 grammi di zucchero
  • 120 grammi di burro
  • 1 uovo intero + 2 tuorli
  • la scorza grattugiata di un limone
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la crema di caffè

  • 1 tazzina di caffè fatto con la moka (50 ml)
  • 500 ml di latte
  • 1 baccello di vaniglia
  • 4 tuorli
  • 100 grammi di zucchero
  • 40 grammi di amido di mais

Ingredienti per spennellare

  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 cucchiaio di latte

Mettete la farina in una ciotola capiente, unite lo zucchero, il burro a pezzetti (freddo di frigo), una grattugiata di scorza di limone e un pizzico di sale. Amalgamate bene gli ingredienti e infine aggiungete le uova. Lavorate velocemente con le mani fino ad ottenere un impasto morbido e liscio. Se la pasta risulta un po’ dura o farinosa potete aggiungere un cucchiaio di acqua fredda.

Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela in frigo mezz’ora.

Intanto preparate la crema.

Mettete sul fuoco la moka per preparare un aromatico caffè e poi tenetelo da parte.

Scaldate il latte in una pentola antiaderente con il baccello di vaniglia aperto, portate a ebollizione e spegnete il fuoco.

Sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una consistenza spumosa e chiara, quindi aggiungete l’amido di mais setacciato e il latte tiepido a filo.

Amalgamate bene gli ingredienti e trasferite il composto nella pentola antiaderente, filtrando con un colino per eliminare i grumi.

Cuocete la crema a fiamma bassa mescolando continuamente finché non si addensa, infine aggiungete il caffè, mescolate e mantenere ancora sul fuoco per un paio di minuti. Lasciate raffreddare.

Stendete la frolla su una spianatoia col mattarello in modo da raggiungere lo spessore di circa ½ cm.

Foderate gli stampini, imburrati e infarinati, con la frolla.

Inserite all’interno di ogni stampino qualche cucchiaio di crema al caffè, ricoprite la formina con altra pasta frolla e tagliate la parte eccedente. Con l’aiuto di un tagliapasta, decorate con l’impasto avanzato scegliendo la forma che preferite.

Sbattete un tuorlo con un cucchiaio di latte e spennellate la superficie delle frolle ripiene.

Sistemate gli stampini in forno già caldo e cuocete per 35 minuti a 180 gradi.

Quando vedrete la superficie ben dorata, sfornateli e lasciateli raffreddare.

Guarnite con zucchero a velo e chicchi di caffè.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...