O-Bento con la maionese fatta in casa

Domani sarà il 1° Maggio e se il meteo ci assiste sarà la giornata perfetta per una bella scampagnata con tanto di pranzo al sacco.
Nel pensare a qualcosa da proporvi per questa occasione, mi è venuto in mente che siamo all’inizio della Golden Week giapponese: un periodo in cui diverse festività nazionali (iniziando dal 29 Aprile fino al 5 Maggio) si susseguono dando così la possibilità a chi può di viaggiare e visitare il paese.
Complice il fatto che avevo appena preparato la maionese, ecco allora che nasce un o-bento che strizza l’occhio alla cucina fusion e non fa gridare all’attentato i fidanzati più scettici.

L’o-bento è il pranzo al sacco tipico dei giapponesi: ne esistono migliaia di versioni e la spettacolarità sta non soltanto nel gusto (come in tutti i pasti), ma anche nella presentazione del cibo, in quella della scatola e persino del foulard che la avvolge.
Le 2 scatole che ho usato sono a loro volta divise in due, in modo che il cibo non sia per forza tutto mischiato; e le ho riempite con:

  • 2 onigiri al salmone e maionese;
  • un po’ di riso avanzato con gomasio e umeboshi;
  • wurstel;
  • insalata russa;
  • pomodorini ciliegino;
  • frittata alla cipollina e spinaci;
  • pompelmo aromatico;
  • fragola.

Normalmente la farcitura dell’onigiri è tonno e maionese, ma ho voluto renderlo più interessante usando il salmone.

L’umeboshi è una specialità tipica giapponese e si tratta di prugne in salamoia che dopo il trattamento assumono un gusto acido e salato: mangiate a fine pasto sono una bomba per la digestione.

In pratica l’o-bento si trasforma così in un pasto completo: dal primo al digestivo!

Preparate un buon Sencha freddo e portatelo con voi: il suo sapore fresco si accompagnerà perfettamente ai sapori acidi e completerà gli altri.

Per armonizzare i sapori di questo ricco bento, Alba suggerisce in abbinamento un Colli Bolognesi Pignoletto, vino bianco, fresco di decisa sapidità e ritorni minerali.

Valeria

DSCN6027-1

Ingredienti per 2 o-bento

  • 1 dose di maionese fatta con la nostra ricetta
  • 4 wurstel
  • 4 pomodorini ciliegino
  • 2 fragole
  • 2 umeboshi

per l’insalata russa

  • 1 patata
  • 1 carota
  • 4 piselli mangiatutto
  • 1 cetriolo sottaceto (30g)

per gli onigiri al salmone e maionese

  • 170g di riso vialone nano
  • 200ml di acqua
  • 2 fogli di alga nori
  • 1 scatoletta di salmone al naturale
  • wasabi
  • gomasio

per la frittata

  • 3 uova
  • 3 cucchiai di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaino di salsa di soya
  • 2 pizzichi di sale
  • erba cipollina tritata
  • spinaci
  • olio di semi

per il pompelmo aromatico

  • 4 spicchi di pompelmo rosa
  • foglie di menta fresca
  • foglie di crescione fresco (o rucola)
  • miele di agrumi

Preparate il riso. Versate il riso in una ciotola, ricopritelo d’acqua e “lavatelo”: il riso rilascerà l’amido e farà diventare l’acqua bianca. Scolatelo e ripetete l’operazione fino a quando l’acqua non sarà abbastanza limpida. Scolate quindi molto bene il riso, mettetelo in una pentola con il coperchio e versateci dentro i 200ml di acqua. Portate a ebollizione (ci vorranno circa 10 minuti) e, senza mai togliere il coperchio, abbassate la fiamma al minimo e cucinate per altri 10-12 minuti. Passato il tempo, spegnete il fuoco e lasciate riposare il riso con il coperchio per 10 minuti. Infine lasciate raffreddare in un piatto.

Preparate il ripieno degli onigiri. In una ciotola mescolate il salmone scolato e ben spezzettato, un po’ di maionese e della salsa wasabi (regolatevi in base al gusto): l’impasto dovrà presentarsi sodo.

Preparate gli onigiri. Tagliate a metà i fogli di alga nori per formare 4 triangoli. In un piatto fondo sciogliete 1 cucchiaino di sale in un po’ d’acqua. Bagnatevi il palmo delle mani nell’acqua salata, prendete una porzione di riso e mettetelo nel palmo della mano leggermente chiusa (deve formare una conca! Un po’ come si fa con gli arancini). Inserite un po’ di ripieno e richiudete con altro riso. Compattate il riso sigillando il ripieno all’interno, avvolgete la palla di riso nell’alga e sigillate i bordi umettandoli con poca acqua. Cospargete la parte scoperta dell’onigiri con il gomasio. Formate 4 onigiri e, nel caso rimaneste del riso, posizionatelo in una parte del vostro bento decorandolo con la umeboshi (al centro per formare la bandiera giapponese) e un po’ di gomasio.

Lavate e mondate tutte le verdure. Sistemate già i pomodorini nel bento e cuocete a vapore le altre.

Preparate l’insalata russa. Tagliate a cubetti la carota e la patata cotte e fredde, mescolatele al cetriolino anch’esso fatto a cubetti e amalgamateli con un po’ di maionese.  Sistemate l’insalata russa all’interno del bento decorandola con i piselli mangiatutto.

Preparate la frittata. Sbattete le uova con tutti gli ingredienti tranne gli spinaci (che avrete precedentemente cotto a vapore). Ungete con l’olio una padella e aspettate che sia ben calda. Versate il composto di uova come se doveste fare una normale frittata: poco prima di doverla girare, posizionate gli spinaci sulla superficie e avvolgete su se stessa la frittata aiutandovi con una spatola. Risulterà un incrocio tra una omelette e un rotolo.
Trasferite il rotolo su un piatto, tagliatelo in 6 pezzi e lasciate raffreddare.

Preparate i wurstel. Tagliate a metà i wurstel e incidete ogni metà in 4 parti. Saltateli in padella con pochissimo olio fino a che non si apriranno come fiori (o come piccoli polpi).

Preparate il pompelmo. Tagliate a vivo il pompelmo (eliminando quindi tutta la pellicina bianca) e conditelo con foglioline di menta, di crescione e miele a gusto.

Formate il vostro bento posizionando tutte le pietanze ormai fredde e separandole usando piccoli contenitori come dei pirottini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...