Polpette di quinoa con zenzero e mentuccia

La moda dello street food ha vivificato la popolarità dei fritti.

A Napoli, ad esempio, prelibati assaggi dorati e croccanti vengono messi nel “coppetiello” un cartoccio che con abile manualità viene richiuso su se stesso in una forma a cono.

E proprio da Napoli arriva quest’idea di polpetta vegetariana proposta dalla mia amica Teodora che tanto me ne ha decantato il successo di pubblico tra amici e parenti di tutte le età.

In effetti, a fronte di pochi semplici ingredienti, il risultato è davvero ottimo, un gusto accattivante che genera l’effetto “una tira l’altra”.

La mentuccia e lo zenzero danno quella punta di freschezza necessaria ad un composto dai sapori morbidi e tondi, mentre la quinoa rappresenta la base dell’impasto.

Della quinoa in cucina si consumano sia i semi che la farina. È una pianta originaria dell’America latina e viene coltivata prevalentemente in Perù, Ecuador e Bolivia. Rappresenta una buona fonte di proteine vegetali, fibre e microelementi come fosforo e magnesio. Inoltre essendo priva di glutine è un toccasana per chi è affetto da celiachia.

Con queste stuzzicanti polpettine propongo un Prosecco extra dry che avvolge e rinfresca il palato, piacevole e vellutato all’assaggio, terso e minerale.

Valeria invece propone una tazza di Gunpowder, tè verde cinese ben strutturato che sostiene il gusto fresco degli ingredienti, ma gestisce bene il fritto.

Alba

SONY DSC

Ingredienti

  • 150 grammi di semi di quinoa
  • 1 carota
  • 2 zucchine romanesche
  • 1 uovo
  • zenzero fresco
  • mentuccia
  • pangrattato
  • olio di semi
  • sale

Mettete la quinoa in una pentola con 300 ml di acqua salata e portate a ebollizione. Fate cuocere per circa 15 minuti, scolate l’eccesso d’acqua e lasciatela raffreddare in un colino a maglie fini.

Lavate le zucchine e la carota, privatele delle estremità e grattugiatele con una grattugia a denti larghi. Stufate le verdure con un filo d’olio e un pizzico di sale in una padella coperta.

Mettete in una ciotola la quinoa, le verdure, un trito di mentuccia lavata, lo zenzero fresco grattugiato e l’uovo con un pizzico di sale.

Amalgamate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido, omogeneo e abbastanza consistente. Eventualmente aggiungete del pangrattato se dovesse risultare troppo molle. Con le mani inumidite formate delle polpette dandogli la classica forma arrotondata e passatele nel pangrattato.

Versate abbondante olio di semi in un tegame e quando raggiunge i 180° immergetevi le polpette poche per volta. Friggetele fino alla doratura, scolatele e ponetele ad asciugare su carta assorbente.

Le vostre polpette sono pronte per essere gustate calde.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...