Biancomangiare fusion

Il biancomangiare qui proposto è una versione un po’ rivisitata del più famoso dolce siciliano.
La Sicilia, terra di mandorle e limoni, ha declinato e mantenuto un piatto diffusissimo in tutta Europa fin dal Medioevo, ma che all’epoca risultava un po’ diverso! 🙂
Come descrive bene il nome, il Biancomangiare deve essere bianco: unica regola in effetti. Di conseguenza l’antico piatto veniva arricchito, oltre che con il latte di mandorle, anche di carne di pollo e farina di riso (sostituita nella nostra versione dall’amido).

La consistenza finale è sia diversa da quella di una crema cotta (ad esempio il Crème caramel) che da una gelatina, è più gommosetta e allo stesso tempo si scioglie in bocca, non bisogna gustarla con forza, ma con gentilezza.

Concludete questo pasto dedicato alla gentilezza, accompagnando il Biancomangiare con una tazza di Sencha con Boccioli di Rosa, tè giapponese delicato e profumato.

Per un incontro d’amore tra il biancomangiare e un calice di vino, Alba consiglia un Trentino Moscato Rosa, vino dolce dal profumo suadente di rosa e frutti di bosco, la dolcezza è stemperata dal sorso fresco. Il finale è lungo e persistente.

Valeria

DSCN5392

Ingredienti per 4 porzioni

  • 500ml di latte di mandorle
  • 100g di zucchero
  • 45g di amido
  • la scorza di mezzo limone
  • pistacchi al naturale
  • Matcha
  • 4 cucchiaini di marmellata di lamponi

In un pentolino mescolate il latte con la scorza di limone e lo zucchero. Portate a ebollizione, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente.

Filtrate il latte eliminando così la buccia di limone e stemperatevi l’amido facendo attenzione a non creare grumi.

Riportate sul fuoco e, mescolando in continuazione, cuocete per circa 15 minuti o fino a quando non avrete un composto sodo.

Colate il composto in 4 pirottini in silicone a forma di cuore e lasciate intiepidire a temperatura ambiente.

Ponete i pirottini in frigo a raffreddare per almeno 4 ore.

Al momento di servire sformate delicatamente il biancomangiare su un piatto, spolveratelo di polvere di tè Matcha, sormontatelo con un cucchiaino di marmellata di lamponi e decorate tutto intorno con della granella di pistacchi.

Un pensiero su “Biancomangiare fusion

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...