Spezzatino all’uva

Se vi piacciono i sapori decisi provate questo piatto ricco di gusti marcati. La dolcezza dell’uva sultanina e dell’uva fresca si fondono con la succulenza di una carne cotta con le erbe aromatiche.
La carne di vitello è più tenera ma meno saporita di quella di manzo, quindi ho optato per una via di mezzo scegliendo il vitellone. Il cappello del prete penso sia il taglio di carne più adatto per lo spezzatino. Acquistate il pezzo di carne intero e tagliatela (o chiedete al macellaio di tagliarla) a cubi di circa 2-3 cm di lato.
La stessa ricetta, qui declinata con la carne di vitellone, si presta ad essere preparata anche con altre carni, una su tutte quella di maiale ma vanno riconsiderati i tempi di cottura.
Al posto del brandy potreste poteste usare ½ bicchiere di mosto d’uva per un risultato davvero sorprendente!

Vi propongo in abbinamento un Aglianico del Vulture, vino strutturato ed elegante dal sapore intenso e piacevolmente tannico.

Per aumentare la sensazione pungente e aromatica di questa preparazione, Valeria suggerisce una tazza di Ceylon Uva.

Alba

wpid-wp-1442590432106.jpeg

Ingredienti

  • 600 grammi di carne di vitellone
  • 1 cipolla
  • 200 ml di brodo
  • 50 ml di brandy
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • 10 chicchi di uva bianca
  • 10 chicchi di uva nera
  • farina
  • olio extravergine d’oliva
  • foglioline di timo fresco
  • foglioline di mirto fresco
  • sale
  • pepe

Mettete l’uvetta a bagno in una tazzina insieme al brandy in modo da farla rinvenire.
Lavate l’uva, tagliate i chicchi a metà, eliminate i semi e tenete i chicchi da parte.
Nel frattempo infarinate i pezzi di carne ed eliminate la farina in eccesso.
Tritate finemente la cipolla, fatela rosolare in una casseruola antiaderente con un filo d’olio, una noce di burro e salatela appena.
Quando sarà imbiondita unite i pezzi di carne infarinati e rosolateli molto bene per circa 10 minuti, quindi versate il brandy filtrando dall’uvetta con un colino.
Lasciate sfumare completamente, salate, pepate, aggiungete anche l’uvetta e qualche fogliolina fresca di mirto e di timo.
Coprite la carne col brodo bollente e coprite la casseruola con un coperchio.
Lasciate cuocere per circa un’ora a fuoco dolce, aggiungendo del brodo se necessario.
Infine unite i chicchi d’uva e proseguite la cottura per un’altra mezz’ora.
Prima di servire lo spezzatino, distaccate l’eventuale fondo di cottura con un mestolo di legno e mescolate ben bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...