Una colazione a letto per S. Valentino

Quest’anno San Valentino capita di Sabato e, per chi ne avesse la possibilità, iniziare la giornata più romantica dell’anno attardandosi in camera da letto potrebbe essere magico; per chi invece potrà passare la mattina di Domenica con la sua dolce metà, vorrà dire che questa colazione sarà la degna conclusione di un weekend all’insegna dell’amore e dell’erotismo.

Già perché non dimentichiamoci che quest’anno Passioni da Bere vi ha proposto un menù ad alto contenuto afrodisiaco e nel pensare a questa ricca colazione ho voluto continuare su questo fil rouge: uova, miele, avena, tè, frutta sono tutti ingredienti energizzanti e che fanno bene all’amore (sia che vogliate l’energia per iniziare o che vogliate riprendervi alla fine 😉 ). Tutti gli ingredienti inoltre sarebbe meglio acquistarli BIO (o comunque non eccessivamente trattati): le virtù tanto decantate infatti si basano sul contenuto di nutrienti e sul loro “far bene alla salute”.

La presentazione è candida, ma potete anche optare per una cascata di cuori rossi o nello stile che più piace alla vostra dolce metà.

DSCN0337

Un consiglio? Accompagnate questa colazione con un singolo dono: un biglietto d’amore scritto a mano, un pupazzetto simbolico, un fiore (se la colazione è per “il giorno dopo” consiglio una sensuale orchidea, in caso contrario la classica rosa rossa o un bel tulipano dello stesso colore faranno la loro romantica figura).

Su un bel vassoio o su un tavolino apposito sistemate dapprima gli ingredienti freddi e a temperatura ambiente:

ho riempito apposite ciotoline con

  • una marmellata di mele cotogne (anticamente si riteneva che la mela cotogna fosse il frutto proibito e le si attribuivano virtù afrodisiache) e/o delle fettine di banana fresca;
  • del miele o dello sciroppo d’acero (io ho optato per una melata di bosco: ricchissima di sali minerali, ricostituente naturale e molto aromatica. Perfetta per il contatto a caldo con i pancake!);
  • burro a temperatura ambiente (io ho preferito un burro derivato dalla panna per centrifuga: molto più morbido e dolce. Inoltre a contatto con i pancake caldi si scioglie immediatamente.);

Un calice con della spremuta fresca di arancia (o se piace di pompelmo. L’importante è dare la sferzata di vitamina C e al contempo pulire la bocca dal tripudio di cremosità).

Un bricco con della crema di latte fresca (oppure panna fresca: nei banchi frigo dei supermercati si trovano spesso piccoli cartoni di questa bontà 100% senza additivi).

Se alla vostra dolce metà piace, aggiungete anche una piccola ciotolina con dei cristalli di zucchero candito o delle zollette a forma di cuore (nei negozi di tè e dolciumi è comune vederle).

Infine predisponete le posate (coltello, forchetta e cucchiaini), il tovagliolo e preparatevi già la tazza da tè e il piattino.

Per servire la colazione alla giusta temperatura calcolate che per il vi ci vorranno 10 minuti, mentre per i pancake all’avena, una mezz’ora abbondante: organizzatevi in modo da impilare l’ultimo pancake fumante e subito dopo riempire la tazza di inebriante tè.

Per questa deliziosa colazione vi consiglio un classico English Breakfast oppure un robusto e raffinato Assam (per la preparazione basterà seguire i link alle nostre schede).

Infine eccoci ai pancake! Qualche anno fa ero alla ricerca di una ricetta golosa per utilizzare la pappa d’avena (il famoso porridge) e mi sono imbattuta in questi pancake sul sito Smitten Kitchen: deliziosi!

Oatmeal Pancakes (Pancake di farina d’avena)

Ingredienti (l’unità di misura è un bicchiere della Nutella da 200 g = 235 ml di acqua)

  • 3/4 di bicchiere di farina d’avena
  • 1 bicchiere di farina 00
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • la punta di un cucchiaino di sale
  • 3 cucchiai di burro, fuso e intiepidito (più extra per la piastra)
  • 1+1/4 bicchieri di latte intero
  • 1 bicchiere di porridge (fatto con 1 bicchiere di acqua, 1/2 di fiocchi di avena, 1 pizzico di sale: fate cuocere a fuoco lento per 5 minuti e mescolando sempre)
  • 1 cucchiaio di miele
  • 2 uova grandi

In due ciotole mischiate gli ingredienti secchi e quelli umidi:

  1. nella prima versate la farina d’avena, la farina 00, lo zucchero, il lievito e il sale;
  2. nella seconda sbattete il burro, il latte, il porridge, il miele e le uova.

Infine combinate delicatamente i due composti: ne deve risultare una pastella piuttosto sostenuta.

Scaldate un padellino o la piastra per le crepe, abbassate la fiamma a medio-bassa, imburrate abbondantemente la superficie calda, prelevate una porzione di pastella e fatela cadere sulla piastra formando una frittella.

Appena vedrete la superficie ricoperta da delle bollicine, con una spatola rigiratela e fatela dorare dall’altra parte.

Con della carta da cucina (e senza bruciarvi) pulite la superficie della piastra, imburratela di nuovo e continuate fino a finire la pastella. Vi verranno una quindicina di pancake.

Tra una cottura e l’altra tenete i pancake al calduccio. 😉

Impilate i vostri pancake caldi, versate il tè nella tazza e buona colazione! 🙂

P.S.: Mangiare in due è sempre meglio che mangiare da soli: trovate la formula migliore per condividere questa delizia! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...