Onde di Venere

Avete presente la celebre scena del film “Il postino suona sempre due volte”, quella in cui Jessica Lange e Jack Nicholson ruzzano sul tavolo infarinato della cucina, travolti da un’instancabile passione?

Ecco, è proprio con questo spirito che dovrete approcciarvi alla spianatoia per lavorare vigorosamente l’impasto che vi propongo oggi.

Si tratta degli scialatielli, una pasta fresca, ad alto tasso di piacere, che va a nozze con i frutti di mare, immancabile tra le proposte della cucina amalfitana.

La ricetta originale prevede anche del basilico e del pecorino nell’impasto ma io ho preferito non aggiungere questa caratteristica aromaticità per dare maggiore risalto al profumo e al gusto delle vongole veraci.

Il termine dialettale “scialatielli” deriva probabilmente dal verbo “scigliare” che in napoletano vuol dire scompigliare, mettere in disordine. In effetti a guardarli nel piatto fumante sembrano proprio una massa arruffata e ondosa.

Un’altra scuola di pensiero invece sostiene che il termine derivi dal verbo “scialare”, nel doppio significato di “allargarsi” e di “godersela” e dal sostantivo “tiella” ovvero “pentola”, dove vengono appunto cotti.

Che preferiate l’una o l’altra versione, quel che conta è assaporare quel pizzico di piccantezza aggiunto per completare il quadro aromatico e il gioco della seduzione sarà apparecchiato.

Vi suggerisco in abbinamento un Falerno del Massico Bianco, vino dall’approccio olfattivo pulito e fresco; al sorso una definita carica salina ne bilancia il profilo fruttato.

Per questo piatto dalle ricche note marine, Valeria consiglia una tazza di Sencha, tè verde giapponese che ben sostiene l’aromaticità del piatto.

Alba

Scialatielli con le vongole veraci
Scialatielli con le vongole veraci

Ingredienti per gli scialatielli (per 2 persone)

  • 200 grammi di farina 00
  • 70 ml di latte
  • 1 uovo piccolo
  • 1 cucchiaino d’olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Ingredienti per il condimento

  • ½ kg di vongole veraci
  • 1 pomodoro sodo e maturo
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio extravergine d’oliva
  • peperoncino
  • sale

Preparate gli scialatielli. Disponete la farina sulla spianatoia e formate la fontanella al centro. Sbattete leggermente l’uovo con un pizzico di sale e di pepe e fatelo scivolare sulla farina, aggiungete anche un cucchiaino d’olio. Versate a poco a poco anche il latte continuando ad impastare prima con la forchetta, poi con le mani fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Dopo aver lavorato per circa 10 minuti, otterrete una pasta soda ed elastica che lascerete riposare una mezz’oretta sotto un panno umido.

Cospargete di farina la spianatoia e stendete col mattarello poco impasto per volta dal centro verso l’esterno e il restante tenetelo sempre coperto sotto il panno umido.

Ricavate rettangoli di sfoglia, arrotolateli e tagliateli a listarelle di circa ½ centimetro come per ottenere delle tagliatelle. Dopodiché accorciate la pasta ad una lunghezza di circa 10 centimetri.

Se invece possedete una macchina per tirare la sfoglia, ricavate dei rettangoli, poi passateli nell’apposito strumento per le tagliatelle e infine tagliatele in strisce lunghe circa 10 centimetri.

Adagiate gli scialatielli ben aperti su un canovaccio infarinato per almeno un paio d’ore ad asciugare prima di cucinarli.

Scialatielli
Scialatielli

Passate al condimento. Sciacquate più volte le vongole per eliminare ogni traccia di sabbia.

Fatele schiudere in padella con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e i gambi di prezzemolo.

Filtrate il liquido delle vongole con un colino a maglie strette e sgusciatene una buona parte.

Sbollentate il pomodoro in acqua salata, eliminate la pelle e tagliatelo a pezzetti.

In una padella capiente soffriggete uno spicchio d’aglio con due cucchiai d’olio, aggiungete il pomodoro, il prezzemolo tritato, il liquido filtrato e un pizzico di peperoncino piccante.

Fate addensare per qualche minuto.

Scolate gli scialatielli al dente (circa 5 minuti di cottura) e proseguite la cottura in padella, unite le vongole sgusciate e poi quelle intere. Aggiungete, se necessario, un cucchiaio d’acqua di cottura della pasta.

Impiattate gli scialatielli e serviteli ben caldi.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...