Pizza Margherita

Mi sono concessa un piccolo lusso, mi sono presa del tempo e ho preparato con tutte le dovute accortezze un’invitante pizza nell’intimità della mia cucina.

Farina, acqua, sale, lievito…una base semplice fatta da quattro cardini che vanno rispettati con religiosa osservanza.

La farina dev’essere abbastanza “forte” ovvero deve avere tra i 10-12 grammi di proteine (controllate sempre sul sacchetto!)

L’acqua non dovrebbe provenire da rubinetto perché il cloro usato per disinfettarla potrebbe inibire il lievito. Meglio un’acqua imbottigliata con un basso residuo fisso e ad una temperatura di circa 20 gradi.

Il sale meglio se pesato e soprattutto inserito quasi alla fine (non dobbiamo dargli il tempo di intaccare il lievito!)

Premetto che per ottenere una pizza più gustosa e digeribile consiglio l’utilizzo del lievito madre (o pasta madre).

Io che ho la fortuna di averne avuto in dono un barattolo da parte della mia amica Scassandra non faccio eccezione ma per questa ricetta propongo la versione col lievito di birra (quello fresco a cubetti) perché è più immediato da reperire e accorcia di molto i tempi di lievitazione.

Un’ultima cosa di parte..c’è pizza e pizza ma quella napoletana non ha rivali. Dal 1830!

La pasta della pizza, morbida ma tenace, unita alla leggera tendenza acida del pomodoro e alla grassezza del fiordilatte si sposa bene con un Greco di Tufo, vino bianco dal sorso avvolgente, fresco e sapido.

Valeria consiglia un Keemun Congou, tè rosso cinese dal leggero gusto affumicato.

Alba

Pizza margherita
Pizza margherita

Ingredienti per l’impasto

  • 550 grammi di farina 00
  • 300 ml di acqua imbottigliata
  • 12 grammi di lievito di birra fresco
  • 2 cucchiaini di sale (13 grammi)
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • ½ cucchiaino di zucchero
Pizza
Pizza
Pizza Margherita
Pizza Margherita

Ingredienti per il condimento

  • 500 ml di passata di pomodoro
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • 350 grammi di fiordilatte
  • basilico

Setacciate la farina , unite una puntina di zucchero ed aggiungete il lievito sciolto in 150 ml di acqua. Iniziate a lavorare l’impasto.

A questo punto versate l’acqua restante nella quale avrete disciolto il sale. Alla fine inserite anche il cucchiaio d’olio e fatelo assorbire bene.

Impastate fino ad ottenere una massa compatta ed elastica.

Lasciate riposare la massa coperta con una pellicola in un luogo tiepido (io la metto nel forno spento) fino a che non raddoppia di volume (circa tre ore).

Impastate nuovamente, dividete il panetto in due parti e stendetelo con le mani su due teglie leggermente unte d’olio.

Prima di guarnire le pizze lasciatele riposare per altri 20 minuti.

Riscaldate il forno a 250 gradi.

Versate la passata di pomodoro in una ciotola e conditela con olio e sale.

Scolate bene il fiordilatte e sfaldatelo con le mani.

Distribuite la passata sulle pizze stendendola per bene con un cucchiaio.

Infornate per circa 12 minuti.

Sfornate la teglia, farcitela col fiordilatte e un filo d’olio e infornatela nuovamente per 5 minuti.

A cottura ultimata, trasferitela ancora caldissima su un piatto da portata e guarnitela col basilico fresco. Che profumino….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...