Salmorejo

“Salmorejo que con cariño en mesa pones… tomate, pan, aceite y vinagre la alegría del ajo y pizca de sal, que es compañía de este manjar modesto que compones”

Continuano le mie scorribande gastronomiche tra i piatti che “che fanno subito Sud”.

La scorsa estate ho proposto il gazpacho, quest’anno vi presento suo cugino…il salmorejo 🙂

Andaluso di Cordoba, è un piatto fresco, una vellutata di un bel colore rosa aranciato carico, dalla consistenza più densa rispetto al gazpacho e meno aromatico perché privo di tutte quelle verdure (cetrioli, peperoni e cipolle) che ne marcano il carattere.

È irrinunciabile per lenire la voglia di tornare in quella terra caldissima dove gli abitanti parlano veloci al ritmo di una gestualità tutta loro, troncano l’ultima sillaba, giocano con le parole, i nomignoli, i vezzeggiativi.

La difficoltà e il tempo di preparazione della ricetta sono irrisori.

Per il resto, lo amo così tanto che mi verrebbe quasi da dire che vale un viaggio “andalù”.

La proposta in abbinamento e’ un Bardolino Chiaretto Classico, un rosato morbido, beverino, dalla trama tannica timidamente accennata.

Valeria invece opta per un bicchiere ghiacciato di Ceylon Dimbula FOP Ratnapura, tè intenso, ma dal retrogusto agrumato.

Alba

P1040340

Ingredienti:

  • 800 grammi di pomodori rossi e maturi
  • 180 grammi di pane secco
  • 80 ml di olio evo
  • 1 cucchiaino di aceto bianco o di succo di limone
  • 1 spicchio d’aglio piccolo
  • una puntina di zucchero
  • sale
  • pepe

Tagliate il pane raffermo e mettetelo in una ciotola con un bicchiere d’acqua per ammorbidirlo.

Intanto sbucciate i pomodori, tagliateli a pezzetti e poneteli nel mixer assieme allo spicchio d’aglio e al pizzico di zucchero.

Aggiungete il pane ammollato, regolate di sale e pepe e continuate a frullare versando l’olio a filo fino ad ottenere un’emulsione liscia e vellutata.

Coprite il composto con una pellicola trasparente e riponete in frigo per almeno un paio d’ore.

Servite il salmorejo in ciotole singole e guarnite con striscioline di prosciutto crudo (jamon serrano) e uova sode sbriciolate o tagliate a fettine.

Il salmorejo si mantiene in frigorifero per circa un paio di giorni, poi inizia diventare troppo pastoso. Vi consiglio di consumarlo nel giro di 24 ore per preservarne consistenza e sapore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.