Calamari ripieni ai profumi d’Oriente

DSCN5121I calamari ripieni con i pisellini sono più una ricetta da approntare a Giugno, ma quando si riescono ancora a trovare delle materie prime di buona qualità, non c’è nulla di male nel proporre questo piatto che io considero unico.

Ad un più classico ripieno fatto di pangrattato, prezzemolo e formaggio ho sostituito del riso basmati aromatizzato con salvia Elegans.

Questo tipo di salvia, detta anche salvia ananas, ha appunto la particolarità di ricordare nell’aroma il dolce frutto esotico, tanto che viene utilizzata con successo in pasticceria (come ad esempio in questi biscottoni farciti).

Quindi un piatto che gioca su una leggera armonizzazione di sapori orientali, più che sul gusto mediterraneo.

Dopo tanto friggere mi sono concessa in abbinamento una deliziosa limonata alla Salvia Elegans: fresca e dissetante.

Alba consiglia in abbinamento un Grillo, vino bianco che profuma di frutta a polpa bianca, agrumi e salvia. Fresco, di sapida persistenza, abbastanza morbido.

Valeria

DSCN5119

Ingredienti

  • 4 teste di calamaro lunghe un palmo
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • 4 cm di zenzero fresco
  • 80g di riso basmati
  • una manciata di pisellini
  • una manciata di foglie di salvia Elegans
  • 1 scalogno
  • sale
  • pepe bianco
  • 1 uovo
  • farina
  • pangrattato
  • olio di semi di arachidi

Fatevi pulire, o pulite voi stessi, le teste di calamaro, facendo in modo di non intaccare la naturale chiusura sulla punta.

Sciacquatele a lungo sotto l’acqua corrente e poi mettetele a marinare in un contenitore con il vino e lo zenzero grattugiato fine per almeno 1 ora.

Intanto preparate la farcia.
Lavate il riso in acqua corrente per 2 o 3 volte. Versatelo in un pentolino dal fondo spesso, dotato di coperchio, e ricopritelo con il doppio del suo volume. Ponetelo sul fuoco e lasciate cuocere per 10-12 minuti a fuoco lento. A fine cottura, spegnete il fuoco ma non scoperchiate.

Pulite e lavate accuratamente lo scalogno e le foglie di salvia Elegans. Tritate il tutto e insaporite con sale e pepe bianco.

In un padellino cuocete con un goccio di olio i pisellini, aggiungete il trito di scalogno e fate saltare allegramente a fuoco vivo.

Scoperchiate il riso, separate i grani con una forchetta e aggiungetelo ai pisellini, cuocendo rapidamente per 1 minuto. Lasciate raffreddare.

Scolate le teste di calamaro, pulendole grossolanamente dai pezzetti di zenzero, e farcitele con il composto di riso.

Con l’aiuto di uno stecchino, o se preferite con del filo da cucina, chiudete il buco da cui avete fatto passare il riso: mi raccomando un po’ di precisione o la farcitura tenterà la fuga! 😉

Mettete a scaldare in un pentolino abbondante olio.

Preparate la panatura: passate ogni calamaro nella farina, poi nell’uovo sbattuto con un pizzico di sale ed infine nel pangrattato. Ad ogni passaggio il calamaro deve essere ben ricoperto, ma senza eccedenze.

Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura ideale, fate cadere una foglia di salvia Elegans al suo interno (inizierà a sfrigolare) e friggete 1 o al massimo 2 calamari per volta.
La doratura dovrebbe essere uniforme da entrambi i lati.

Scolate e fate perdere l’unto su carta per fritti.

Servite con del pomodoro fresco tagliato a fettine sottili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...