Cavolfiori gratinati in salsa Mornay

Il cavolfiore non piace a tutti, anzi!
In effetti ho sentito epiteti demoniaci riferiti a questo ortaggio che in realtà io adoro.

C’è però un’altra grande verità: ricopri ogni cosa con una buona dose di besciamella e formaggio e tutto sarà più buono!

Così son qui a proporvi un classico della cucina francese (e di casa mia): il gratin di cavolfiore.

La salsa Mornay si potrebbe definire come una besciamella rinforzata e, appunto per questo, non considero questa pietanza propriamente un contorno, ma un secondo vegetariano di una certa importanza.

Le dosi sono per circa 4 persone, ma se volete trasformarlo in piatto forte non esitate a raddoppiare tutto: ne vale la pena! 😉

Ho pensato di abbinare a questo gratin un Dong-Ding, oolong versatile e dalle note morbide, mentre Alba per questo piatto gratinato, ricco e leggermente aromatico, propone un Riesling, vino bianco fresco dotato di buona sapidità e intensità gusto olfattiva.

Valeria

DSCN5262

 

Ingredienti

  • 1Kg di cavolfiore bianco
  • 20g di burro
  • 50g di parmigiano grattugiato

per la salsa

  • 50g di burro
  • 50g di farina
  • 500ml di latte intero
  • sale
  • pepe bianco
  • noce moscata macinata o cumino macinato (a seconda dei gusti)
  • 2 tuorli
  • 100ml di panna fresca
  • 25g di parmigiano grattuggiato

Cucinate il cavolfiore: eliminate le foglie esterne, se annerite o toccate. Lavatelo intero, facendo attenzione nel far passare bene l’acqua in tutti i passaggi.
Trasferitelo in una pentola in grado di contenerlo agevolmente, ricopritelo d’acqua, salate e cuocete fino a che non diventi tenero.

Preparate la salsa iniziando dalla base di besciamella. In una pentola dal fondo spesso fate fondere il burro, unite la farina e mescolate bene in modo da ottenere un composto senza grumi. Sempre mescolando aggiungete il latte (che non deve essere freddo) stemperando il composto, salate, pepate e insaporite con un pizzico di noce moscata (o cumino). Lasciate sul fuoco e mescolate a lungo fino a che la salsa non inizierà ad addensarsi e ad avere un primo bollo. A questo punto abbassate la fiamma al minimo e cuocete ancora per 10 minuti: l’importante è non smettere di rimestare o si attaccherà al fondo.

Passato il tempo, togliete dal fuoco e aggiungete la panna fresca, il formaggio ed i tuorli sbattendo energicamente con una frusta.

Preriscaldate il forno a 200°C.

gratinQuando il cavolfiore sarà cotto, scolatelo e con l’aiuto di un coltello dividetelo in cimette seguendo la naturale divisione dell’ortaggio.
Sistemate le cime in una teglia imburrata dai bordi alti e irroratele con la crema calda, cospargetele di parmigiano e fiocchetti di burro e infornate per 20 minuti.

Servite il cavolfiore caldo.

Un pensiero su “Cavolfiori gratinati in salsa Mornay

  1. Pingback: Passioni da Bere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...