Frittelle dolci di riso con uvetta, vin santo e farina di mandorle

Siamo nel pieno del Carnevale e l’odore di gustose frittelle imperversa.

Chiacchiere, frappe, cenci, morbidi krapfen, ravioli e tortelli dolci, castagnole…ognuno declina la propria voglia di dolcezza in questo irresistibile itinerario tra specialità regionali.

Io vi propongo una ricetta che si ispira alle frittelle di riso dolci, quelle toscane, tanto in voga non solo nel periodo che precede la Quaresima ma anche nel giorno di San Giuseppe.

Ho personalizzato l’impasto aggiungendo della farina di mandorle e dello zenzero per darne un tocco appena orientale, agrumato e leggermente piccante.

La dolcezza della frittelle si sente, resta ed è buonissima ma mi diverte giocare coi contrasti.

Potreste spingervi oltre e sostituire l’uva passa con altra frutta secca, ad esempio dei mirtilli rossi che daranno un carattere appena piu’ acidulo e saranno d’effetto nella decorazione del piatto.

Un ultimo accorgimento: usate un riso ricco di amido per rendere l’interno delle frittelle piu’morbido e cremoso.

E per esaltare il piacere di queste irrefrenabili tentazioni, restate in Toscana e godetevi un calice di Vin Santo del Chianti Classico, vino dolce animato da discreta freschezza e sapidità con un lungo finale di frutta secca.

Valeria invece propone una tazza di Silver Moon, un genmaicha aromatizzato e dolce.

Alba

Frittelle dolci di riso con uvetta, vin santo e farina di mandorle - Foto di Walter Romano
Frittelle dolci di riso con uvetta, vin santo e farina di mandorle – Foto di Walter Romano

Ingredienti

  • 200 grammi di riso
  • 600 ml di latte
  • 200 ml di acqua
  • 2 uova
  • 30 grammi di farina
  • 30 grammi di fecola
  • 30 grammi di farina di mandorle
  • 40 grammi di zucchero semolato
  • 50 grammi di uva passa
  • 2 cucchiai di vin santo
  • scorza di limone
  • una puntina di zenzero in polvere (o grattugiato)
  • zucchero a velo
  • olio di semi di arachide
  • 1 pizzico di sale

Versate in una pentola il latte e l’acqua. Aggiungete un pizzico di sale e il riso.

Portate a ebollizione, abbassate la fiamma, unite lo zucchero e la scorza di un limone grattugiata.

Terminata la cottura, lasciate raffreddare completamente.

Nel frattempo mettete l’uva passa in una tazza d’acqua per farla rinvenire (bastano 20 minuti).

Una volta raffreddato il riso, unite la farina, la fecola, la farina di mandorle, 2 tuorli, l’uva passa rinvenuta, 2 cucchiai di vin santo e un pizzico di zenzero.

Mescolate e lasciate riposare per 30 minuti.

A questo punto, incorporate delicatamente all’impasto 2 albumi montati a neve.

Mettete sul fuoco una padella con abbondante olio di arachidi e quando sarà ben caldo friggete piccole porzioni d’impasto a cucchiaiate. Fate dorare su entrami i lati fino a ottenere delle frittelle ben colorite.

Toglietele con la schiumarola e adagiatele sulla carta assorbente per assorbire l’untuosità in eccesso.

Cospargetele di zucchero a velo e servitele tiepide.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...