0. Incontro. Cestini croccanti di parmigiano con avocado, sedano e prosciutto

Incontro

“El amor supo entonces que se llamaba amor.
Y cuando levanté mis ojos a tu nombre
tu corazon de pronto dispuso mi camino” (P. Neruda)

Fine corsa.

Sono le 8 di una mattina come tante e Adele ha già lasciato il suo appartamento da mezz’ora.

La testa mulina pensieri per la paura del silenzio opprimente al quale vorrebbe abbandonarsi. Scende distrattamente dalla metro e si accorge di aver sbagliato fermata.

Deve raggiungere l’ufficio.

Si sente quasi infastidita ripensando a un senso di solitudine, per quanto ci si possa sentire soli in uno studio d’architettura con altri nove colleghi precari ma sostenuti da un entusiasmo plastico.

Aveva riempito la scrivania di certezze, le matite ben temperate ogni sera ed allineate come soldatini per creare un’avvolgente e rassicurante mappa di abitudini nel bel mezzo della confusione.

Febbraio e il suo grande freddo, l’aria pungente. Vedeva il suo respiro farsi condensa e salire in alto.

Costretta a un percorso diverso e guidata dall’ansia di arrivare in anticipo come sempre, si avventura lentamente con la sensazione ridicola di scoprire quel quartiere dove lavora ormai da un anno come se fosse la prima volta.

Terra di nessuno. Ora sa che non incontrerà come tutti i venerdì le solite facce. Né lo studente fuori sede con la barba incolta né l’anziana signora elegante col viso che cela i tratti di un trascorso da diva del cinema muto.

L’attenzione si sofferma su altri volti e si chiede quali personalissimi demoni stiano esorcizzando.

Entra in un bar attratta da un cartello che propone spremute e centrifugati. Ne ordina uno di sedano cercando di ricordarne le proprietà e i benefici. Rivitalizzante, afrodisiaco..questo pensiero la sta portando ad accennare un sorriso furtivo ma si interrompe e percepisce una nota stonata.

Si domanda quante altre donne nascondano uno iato tanto grande tra il volto di sorridente cortesia e il volto scrostato dei pensieri piu’ privati con un sapiente uso del blush corallo, della matita effetto “cerbiattona”, del gloss perlescente e di un bicchiere come quello che stava tenendo in mano.

Passa alla cassa, prende il resto, saluta e si allontana.

Con gli occhi assonnati al riparo dalle lenti dei Ray-ban, guarda nel riflesso delle vetrine colme di merci improbabili cercando di isolare dal mucchio di feticci la sua immagine.

Ma proprio mentre cerca di metterla a fuoco si accorge di lui.

La sua figura in piedi dietro di lei riverbera come una sagoma dai contorni incerti.

Stanno guardando la stessa vetrina. Le merci esposte non hanno attrattiva, il loro valore si azzera nella traiettoria dei loro sguardi.

Nei primi minuti in cui due persone s’incontrano per la prima volta può accadere che ciascuno percepisca l’altro con nettezza disarmante.

In quei primi minuti viene definita la forma di ogni possibile reciprocità.

Ad Adele sembra di sentire l’odore della cromatina per le scarpe del nonno, della Violetta di Parma, delle polpette col sugo, del primo caffè del mattino nella cucina in disordine.

Una strana tensione che deriva dall’essere immersi in un vivifico, profondissimo istante.

Si volta sicura su se stessa e il mondo riprende lentamente a girare sul proprio asse.

La sua faccia è raggiante, gli occhi di quest’uomo sconosciuto sono pieni di futuro.

(Alba Severino, Racconto di un menù di San Valentino)

♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦♦

Cestini di parmigiano con avocado, sedano e crudo.

Cestini croccanti di parmigiano con avocado, sedano e prosciutto - Foto di Walter Romano
Cestini croccanti di parmigiano con avocado, sedano e prosciutto – Foto di Walter Romano

Ingredienti per 2 persone

  • 60 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1 avocado maturo
  • 60 grammi di prosciutto crudo dolce
  • sedano fresco
  • succo di lime
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Scaldate una padellina di circa 20 cm di diametro.

Versate, distribuendo uniformemente sul fondo, metà del parmigiano.

Lasciate che fonda leggermente e prenda appena un po’ di colore.

Staccatelo delicatamente con una paletta e capovolgetelo subito su una tazza da latte o su un bicchiere rovesciati con la base arrotondata. Modellatelo con le mani coprendolo con un tovagliolo di carta per non scottarvi.

Ripetete l’operazione per creare il secondo cestino.

Sbucciate e private l’avocado del nocciolo. Tagliatelo a fettine e conditelo con un emulsione di olio, succo di lime, sale e pepe.

Riempite i cestini con l’avocado e le fettine di prosciutto arrotolate a forma di roselline.

Mi raccomando, fatelo solo al momento di servire per preservarne la croccantezza!

Servite su un ampio piatto piano guarnito con il sedano tagliato a bastoncini.

Vi suggerisco un calice di Alto Adige Gewurztraminer, vino fresco dai toni sapidi percorsi da un’importante persistenza aromatica.
Valeria invece propone un Wen Shan Bao Zhong servito freddo e con una fettina di lime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...