Hummus

Nella sua semplicita’, la ricetta che sto per illustrare riesce sempre a ottenere larghi consensi tra gli amici. Lo propongo spesso come antipasto freddo prima delle portate principali.

L’hummus di ceci e’ una preparazione densa e cremosa tipica soprattutto d’Israele ma diffusa trasversalmente in Medioriente, dal Libano alla Siria, dalla Turchia all’Egitto fino alla Grecia.

Viene servito come metze (antipasto) insieme alle verdure crude, col pane arabo o col pane azzimo. Oppure viene proposto con le falafel o utilizzato per farcire lo shwarma (il kebab).

La preparazione base e’ fatta di ceci e tahina.

La tahina e’ un burro ricavato dai semi di sesamo tostati, tritati e lavorati con l’olio. Non e’ difficile da reperire, la si trova nei negozi di prodotti etnici, di cibo biologico, qui a Roma anche da Castroni o tra i banchi di Piazza Vittorio.

Per preparare questa deliziosa e aromatica purea ho utilizzato per praticita’ i ceci in scatola ma sicuramente non rappresentano la scelta migliore. Conviene infatti mettere i ceci secchi in ammollo tutta la notte con una puntina di bicarbonato per rendere la buccia piu’ morbida e il giorno seguente vanno cotti per un paio d’ore (i tempi si riducono con la pentola a pressione) e sbucciati.

Per accompagnare questa salsa, dove la tendenza dolce dei ceci e’ sostenuta dalla piccantezza appena accennata e dal tocco fresco del limone, ho scelto un Trebbiano Spoletino, vino bianco di buona freschezza, discretamente sapido con finale morbido.

Valeria, invece, ha pensato ad un Tè alla Menta: rinfrescante e aromatico, accompagna in modo ideale il gusto pieno di questa crema.

Alba

Hummus - Foto di Walter Romano
Hummus – Foto di Walter Romano

Ingredienti

  • 1 barattolo di ceci precotti da 400 grammi (peso sgocciolato 240 gr)
  • 1 spicchio d’aglio piccolo
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 5 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini di tahina
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • sale

Mettete nel bicchiere del frullatore i ceci sgocciolati, un pizzico di sale e di peperoncino, lo spicchio d’aglio spezzettato, poche foglioline di prezzemolo, la tahina, il succo di limone filtrato e l’olio.

Mescolate gli ingredienti con un cucchiaio e azionate il frullatore per qualche istante fino a ottenere una salsina cremosa e senza pezzetti.

Servitelo in ciotoline individuali o un un piattino da portata unico per tutti i commensali e guarnite con un ciuffetto di foglioline di prezzemolo.

Mettete in tavola anche un cesto col pane, o la focaccia, oppure optate per la pita (il pane arabo).

6 thoughts on “Hummus

    1. Uhm…in effetti se tutti i negozi etnici e bio della tua città sono sprovvisti e non vuoi rinunciare al gusto della tahina, secondo me puoi prendere dei semi di sesamo, tostarli, pestarli e allungare il tutto con un po’ di olio.
      Alla peggio i semi li tosti e poi li aggiungi ai ceci prima di frullarli: anche se la texture della crema cambia.
      Valeria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...