Quiche ai carciofi

L’odore fragrante di una torta salata appena uscita dal forno mi fa pensare ai piccoli piaceri della vita, quelli leggeri, dotati di una grazia semplice.

Fatta a mano, impastata in cucina magari una domenica, al mattino con tutta calma, ha un gusto che si distingue, già’ al primo assaggio, dalla base per torte che trovo al supermercato.

La torta salata e’ versatile, posso prepararla in anticipo e servirla sia calda che fredda.

Da gustare a cena, da proporre a un buffet o da mettere nel cestino del picnic sara’ comunque tutta da gustare.

La quiche che presento e’ un omaggio alla primavera. In questa stagione i carciofi freschi hanno un gusto delicato e sono più’ succulenti.

Solitamente, se consumati crudi, hanno una tendenza amarognola e una forte astringenza che creano notevoli difficoltà’ di abbinamento col vino.

Fortunatamente la prospettiva cambia quando vengono cotti. Con la cottura infatti acquistano un’insospettabile tendenza dolce.

Nella quiche, i toni vengono ancora più’ attenuati dalla presenza della salsa a base di latte, panna e uova. Ho pensato allora ad un vino bianco morbido ma ben bilanciato dalla freschezza e da una scia sapida: la Vernaccia di San Gimignano.

Valeria invece propone un tè lussuoso, quasi a scontrarsi con l’umiltà della quiche, ma che si sposa a perfezione con il gusto del formaggio di pecora e con la dolcezza dei carciofi: il Gyokuro.

Alba.

quiche ai carciofi
quiche ai carciofi – foto di Rossella Reggente

Ingredienti:

Per la pasta brisee’: 200gr di farina, 100gr di burro a temperatura ambiente, 1 tuorlo d’uovo, 40ml d’acqua fredda, sale.

Per la farcitura: 4 carciofi, ½ cipolla, 2 uova, 100 ml di panna, 100 ml di latte, 200gr di formaggio primosale, 250gr di provola, 1 cucchiaio di pecorino grattugiato, olio, sale, pepe nero.

Lavorate insieme la farina, una presa di sale, il burro a tocchetti e il tuorlo. Aggiungete a poco a poco l’acqua fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Avvolgetela in una pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigo per almeno mezz’ora prima di utilizzarla.

Stendete col mattarello la pasta in un disco sottile e foderate uno stampo da crostata di circa 24 cm ben imburrato e infarinato. Eliminate la pasta in eccesso, mettetela da parte per eventuali decorazioni, e tenete lo stampo in frigo mentre preparate la farcitura.

Lavate e tagliate i cuori dei carciofi a spicchi sottili. Affettate grossolanamente la cipolla e fatela appassire in padella con un filo d’olio. Aggiungete i carciofi e lasciate cuocere col coperchio a fuoco basso, eventualmente unite un cucchiaio d’acqua e salate a cottura quasi ultimata .

Sbattete le uova col latte, la panna, le uova, il pecorino, sale e pepe.

Punzecchiate il fondo della pasta con una forchetta e adagiatevi uno strato di fettine di primosale. Poi aggiungete, i carciofi, i cubetti di provola e versate sopra il composto.

Cuocete in forno a 180° per circa mezz’ora.

2 thoughts on “Quiche ai carciofi

  1. Ah, che delizia !
    Io l’abbinamento quiche-vernaccia l’ho assaggiato direttamente dalla “fonte” … e voi no-o !

    Tanti auguri al nuovo nato ! L’inizio è senz’altro appetitoso !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...